Quota 103, nuova circolare Inps: la procedura per presentare domanda

Foto dell'autore

By Marco Infanti

Economia e Finanza

L’Inps ha finalmente pubblicato le disposizioni su come presentare domanda per accedere a questo tipo di anticipo pensionistico. Vediamo nel dettaglio il contenuto del nuovo messaggio pubblicato.

Quota 103 può essere considerata l’unica vera novità inserita nella legge di bilancio 2023 in tema previdenziale. L’esecutivo guidato da Giorgio Meloni ha infatti deciso di rimandare di qualche mese la riforma tanto attesa sul nostro sistema pensionistico. 

quota 103
ContoCorrente

Per cui si è stabilito di rinnovare le misure ritenute indispensabili, inserendo però al contempo un nuovo meccanismo di anticipo pensionistico. E adesso, con il messaggio numero 754 del 2023, l’Istituto di Previdenza ha finalmente reso noti i termini per presentare domanda per Quota 103. Al momento i canali messi a disposizione dall’Inps ai contribuenti per inoltrare la richiesta sono i seguenti:

  • call center dedicato Inps 
  • procedura telematica accedendo al sito istituzionale Inps

La circolare si è però limitata a fornire soltanto queste informazioni, mentre invece quelle relative a come queste disposizioni verranno recepite da un punto di vista operativo, verranno comunicate in un successivo messaggio Inps che dovrebbe uscire nelle prossime settimane I requisiti per accedere a Quota 103, così come le regole principali per l’utilizzo di questo anticipo pensionistico, sono contenuti invece nell’ultima legge di bilancio. 

Quota 103, il nuovo messaggio Inps spiega come inoltrare domanda: la procedura

Per inoltrare la domanda per via telematica, il primo passaggio da fare è accedere al sito internet dell’Inps. A quel punto, si dovrà selezionare la voce, che si trova in homepage, “Pensione e Previdenza”, e da lì cercare la casella “domanda di pensione”. La procedura è abbastanza semplice da sbrigare, e non necessitano di una consulenza apposita. In alternativa, i contribuenti hanno comunque la possibilità di contattare il contact center Inps. I numeri in questo caso a cui rivolgersi sono i seguenti:

  • numero verde gratuito 803164 da rete fissa
  • numero mobile a pagamento 06164164

Ma chi sono i contribuenti che hanno diritto ad accedere a Quota 103? Questo meccanismo di anticipo pensionistico, è rivolto a tutti i lavoratori dipendenti che hanno maturato nel corso della loro carriera almeno 41 anni di contributi e almeno 62 anni di età. I requisiti però devono essere perfezionati entro la finestra temporale compresa tra il 1 Gennaio 2023 e il 31 Dicembre 2023. 

Non sarà possibile con Quota 103 ottenere un assegno superiore a cinque volte il trattamento minimo

Questa misura può essere considerata la naturale prosecuzione di Quota 100, anche se esiste una differenza fondamentale tra questi due anticipi. 

Nel caso di Quota 103 infatti, non sarà possibile ottenere un assegno che sia di cinque volte superiore al trattamento minimo stabilito per legge. E dunque in nessun caso, chi decide di utilizzare Quota 103, potrà vedersi erogato un assegno mensile superiore alla cifra di 2.839 euro. In ogni caso, come si accennava nel paragrafo precedente, l’Istituto di Previdenza Sociale non ha ancora comunicato le disposizioni operative, e dunque ci sono ancora dei dubbi su come verrà attuata Quota 103.

Ad esempio, nel momento in cui la richiesta viene accettata, l’Inps non ha ancora chiarito, se nel momento in cui scatta la decorrenza, si avrà diritto già a un assegno con importo soggetto alle rivalutazioni annuali.