Aifa, ritirato antibiotico per la gola e infezioni respiratorie: controlla la confezione

AIFA ha di recente ritirato dagli scaffali un antibiotico per la gola e le infezioni respiratorie. Ecco di quale si tratta e il motivo di tale decisione.

In seguito alla segnalazione da parte di una farmacia, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto il ritiro dagli scaffali di un famoso antibiotico. Ma per quale motivo e soprattutto di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

antibiotico ritirato
ContocorrenteOnline

Tanti i prodotti disponibili sugli scaffali che attraggono il nostro interesse. Tra questi si annoverano anche medicinali che sono venduti in confezioni di varie forme e dimensioni e che si rivelano essere un valido alleato della nostra salute. Si invita comunque a non abbassare mai la guardia, onde evitare di dover fare i conti con degli spiacevoli inconvenienti.

Proprio in tale ambito, fortunatamente, giungono in nostro aiuto il Ministero della Salute e l’Aifa che segnalano tempestivamente la presenza di eventuali problematiche. Ne è una chiara dimostrazione una recente decisione di disporre il ritiro di un noto antibiotico per la gola e le infezioni. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Aifa, ritirato antibiotico per la gola e infezioni respiratorie: ecco di quale si tratta

Abbiamo già visto come purtroppo molte famiglie stiano riscontrando delle serie difficoltà nel riuscire a rinvenire diversi farmaci presso le farmacie. Sempre a proposito di farmaci, inoltre, si invita a prestare attenzione ai prodotti che acquistiamo, in modo tale da evitare di incorrere in spiacevoli conseguenze.

Proprio in tale ambito, fortunatamente, giunge in aiuto l’Aifa. Quest’ultima, ricordiamo, è stata istituita per autorizzare e controllare i farmaci che vengono utilizzati sul territorio italiano, al fine di poter garantire la massima qualità e sicurezza. Questo avviene attraverso una informazione sui farmaci rivolta sia agli addetti ai lavori che ai cittadini.

Ebbene, attraverso un provvedimento datato 25 gennaio 2023, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha stoppato la distribuzione di un antibiotico dopo aver riscontrato alcune irregolarità. Come riportato su Informazione Oggi, il ritiro volontario, a scopo cautelativo, è stato disposto in seguito alla segnalazione da parte di una farmacia. Ma cosa è successo?

Ebbene, è stato riscontrato che all’interno delle confezioni dell’antibiotico oggetto di ritiro si trova un foglietto illustrativo diverso, che fa riferimento a un altro tipo di farmaco. Entrando nei dettagli, si tratta di una antibiotico a base di cefazolina, ovvero, sempre come riportato su Informazione Oggi si tratta del seguente:

“CROMEZIN “SO.SE.PHARM” – 1 g/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare – 1 flacone 1 g + 1 fiala solv. 4 ml,. – Lotto n. 20647M/2074 con scadenza: 11/2025 – AIC 023726033 – la sede dell’azienda SO.SE.PHARM è a Roma, in Via dei Castelli Romani, 22”.

Impostazioni privacy