Canone Rai, incredibile anticipazione: nel prossimo futuro si intravede una vita libera dall’imposta

Foto dell'autore

By Valentina Trogu

Fisco e tasse

Potremmo presto dire addio al Canone RAI grazie a Google! Un’anteprima di un nuovo servizio web rivela un’allettante possibilità.

L’abbonamento RAI diventerà un lontano ricordo? Lo sperano tanti contribuenti che hanno sempre guardato con disappunto la tassa sul possesso di un televisore.

Canone RAI
Contocorrenteonline.it

Da diversi giorni si ricorda che a breve scadranno i tempi di inoltro della richiesta di esenzione dal pagamento del Canone RAI. Una possibilità rivolta a pochi cittadini – diplomatici, militari stranieri, over 75 con reddito inferiore a 8 mila euro e cittadini che non possiedono un televisore. Per tutti gli altri scatteranno i pagamenti suddivisi in dieci rate da nove euro da corrispondere tramite bolletta dell’energia elettrica. Evitare quest’onere, dunque, è possibile solamente privandosi di un apparecchio audio-televisivo. Ciò comporterebbe una rinuncia alla visione dei programmi preferiti, delle serie tv e dei film trasmessi tramite digitale terrestre. Ebbene, a breve la situazione potrebbe cambiare a favore dei contribuenti. Ci penserebbe Google con una funzionalità che coinvolgerebbe YouTube.

Canone Rai, la svolta grazie a Google

La notizia viaggia veloce dagli Stati Uniti ed è già arrivata sulla bocca di tutti anche in Italia. Google gestisce YouTube, il colosso dello streaming che permette la condivisione e la visualizzazione in rete di tanti contenuti multimediali. A breve potrebbe giungere una nuova funzionalità chiamata FAST – Televisione in streaming gratuita supportata da pubblicità – che intende diventare l’alternativa ai canali televisivi gratuiti.

Questa tipologia di canali attira molto pubblico (un esempio è PLUTO TV) e sarebbe perfetta per fare concorrenza al digitale terrestre. In Italia la strada è ancora lunga ma negli Stati Uniti passi da gigante in avanti sono già stati fatti. Diverse piattaforme streaming live sportive, ad esempio, si stanno trovando in bilico e traballanti da quando Google ha acquistato i diritti della NFL e trasmette le partite sui suoi canali. Il progetto potrebbe espandersi ancora con l’intento finale di proporre un’offerta simile in tutto il mondo.

Cosa potrebbe accadere

Se il piano di Google dovesse andare in porto, i cittadini italiani potrebbero dirottare verso questo nuovo modo di vedere programmi e serie abbandonando la televisione e, dunque, liberandosi dei televisori e del Canone RAI. L’azienda informativa statunitense, infatti, non chiede certo una TV per far vedere i canali gratuiti.

Lo streaming, dunque, potrebbe sostituire il digitale terrestre in un prossimo futuro. Un’ipotesi che in Italia si fa strada a fatica considerando che la connessione internet non è eccellente – per non dire appena sufficientesoprattutto in determinate zone. Insomma, l’idea di un cambiamento c’è. Bisogna vedere se la nostra nazione e gli italiani stessi sono pronti alla rivoluzione.

Impostazioni privacy