Università, quanto costa studiare all’estero: le cifre che non ti aspetti

Quanto costa studiare presso un’università all’estero? Vi sono delle facoltà gratuite? Ecco la verità che non ti aspetti.

Il sogno di molti ragazzi è quello di poter studiare fuori dai confini nazionali. Ma quanto costa l’università all’estero? È possibile beneficiare di alcune agevolazioni o vi sono degli atenei gratuiti? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

università estero
ContocorrenteOnline

Diventare genitori è indubbiamente l’esperienza più bella della propria vita. Allo stesso tempo, però, bisogna fare i conti con alcuni aspetti di carattere pratico, come ad esempio i costi da sostenere per mantenere e crescere un figlio. A partire dal primo anno di vita, fino a quando non diventano autonomi, d’altronde, sono davvero tante le spese da sostenere e che pesano sul budget famigliare.

Tra le voci che possono incidere maggiormente sulle tasche di mamma e papà si annoverano anche quelle per l’istruzione. Proprio quest’ultima, d’altronde, riveste un ruolo importante nella formazione dei giovani e per questo non stupisce che siano in molti a decidere di investire in tale settore.

In particolare il sogno di molti ragazzi è quello di poter studiare fuori dai confini nazionali. Ma quanto costa l’università all’estero? È possibile beneficiare di alcune agevolazioni oppure vi sono dei corsi gratis da poter seguire? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Università, quanto costa studiare all’estero in Europa

Ovviamente non è possibile stabilire a priori quanto costi frequentare un’università all’estero. Le spese, infatti, differiscono a seconda della facoltà e del luogo in cui si desidera trasferirsi. Soffermandosi sulle principali e note università straniere in Europa, comunque, interesserà sapere che in linea di massima i costi con cui dover fare i conti sono i seguenti:

  • UK. Meta particolarmente ambita da chi vuole proseguire gli studi in ambito Economia e Social Studies, la maggior parte degli atenei britannici offre una riduzione delle tasse per gli studenti europei. È possibile inoltre beneficiare, se aventi diritto, di una delle tante borse di studio messe a disposizione dal British Council, ente che promuove la diffusione della lingua e della cultura inglese. In seguito alla Brexit, è bene ricordare, per iscriversi presso un’università del Regno Unito bisogna avere un visto per studio. Soffermandosi sui costi, inoltre, stando a quanto si evince da uno studio dell’agenzia ELAB, l’università meno costosa del Regno Unito è la Robert Gordon University, ad Aberdeen, in Scozia, dove le spese oscillano tra cinque mila e 6.750 sterline l’anno. Per chi desidera studiare presso gli atenei di Oxford o Cambridge, invece, i costi possono arrivare fino a circa 30 mila euro l’anno.
  • Francia. I costi dell’Università pubblica in Francia sono più bassi. Anche qui, come in Italia, il percorso di studio prevede una laurea triennale, specialistica ed eventuale dottorato. Soffermandosi sulle spese, comunque, queste sono pari a circa:
    • 200 euro all’anno per la laurea triennale;
    • 250 euro all’anno per il master;
    • 400 euro all’anno per il dottorato;
    • 600 euro all’anno per il corso di Ingegneria.
  • Germania. Anche qui le tasse universitarie sono particolarmente basse, anche presso gli istituti più noti. Nella maggior parte dei casi si paga un contributo amministrativo semestrale, che include anche l’abbonamento per i mezzi pubblici. Stando ad alcune stime, sembra che per studiare e vivere in Germania le spese sono pari a circa 867 euro al mese, comprese le spese di affitto, tasse, alimentazione e assicurazione sanitaria.
  • Spagna. A differenza dell’Italia, le tasse universitarie in Spagna non vengano pagate annualmente, bensì in base ai crediti. Dato che mediamente si paga dai 12 ai 30 euro a credito, il costo annuale per la triennale oscilla da 680 euro fino ad arrivare a circa 1280 euro. Il costo aumenta per quella specialistica, dove la spesa media va da 1320 euro a 4320 euro totali.

Università, quanto costa studiare all’estero: vi sono dei Paesi dove i corsi sono gratuiti?

Dopo aver visto i costi delle principali università europee, interesserà sapere che vi sono alcuni Paesi dove l’università è addirittura gratuita. Si tratta della Norvegia, della Svezia e della Danimarca.

In Norvegia, ad esempio, è possibile seguire dei corsi in lingua inglese, purché si conosca bene la lingua in questione. Non è invece richiesto il pagamento di alcuna tassa universitaria. Se tutto questo non bastasse, sono disponibili anche delle borse di studio per aiutare gli studenti a sostenere le spese per vitto e alloggio.

Università, quanto costa studiare all’estero: USA

Nel caso in cui si desideri studiare fuori dai confini europei, invece, bisogna sapere che i costi aumentano. Questo perché non vi sono accordi tra Paesi che permettono di beneficiare di eventuali sconti. Entrando nei dettagli, ad esempio, negli Stati Uniti si spende a partire da tre mila dollari per frequentare i Community College. I costi oscillano da 12 mila a 28 mila dollari per gli Junior College. È possibile addirittura spendere da 23 mila dollari fino ad arrivare a 60 mila dollari per frequentare le università di quattro anni.