Il tuo SPID può essere utilizzato (legalmente) da un’altra persona, lo sapevi?

Passare il proprio SPID ad una terza persona per delegarla al compimento di determinate operazioni è possibile. Scopriamo come procedere.

L’INPS mette a disposizione dei cittadini il servizio di Delega SPID per dare l’identità digitale ad una persona di fiducia.

SPID delega
Contocorrenteonline.it

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale cerca di venire incontro ai cittadini migliorando la comunicazione e digitalizzando il più possibile le procedure. Negli ultimi hanno ha implementato il numero di servizi offerti e soprattutto quelli raggiungibili telematicamente. La connessione tra contribuente ed ente è più semplice soprattutto grazie allo SPID ovvero alle credenziali digitali. L’identificazione di questo tipo permette di svolgere diverse operazioni in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi a condizione che si sia richiesto il Sistema Pubblico di Identità Digitale o si sia in possesso di una Carta di Identità Elettronica o della Carta Nazionale dei Servizi. L’INPS, però, riconosce anche che per tanti cittadini – i più anziani o le persone ricoverate – può essere difficile riuscire a collegarsi telematicamente. Necessitano di un aiuto per entrare nel sistema e, per questo motivo, è stato attivato da diversi mesi ormai il servizio Delega SPID. Scopriamo di cosa si tratta.

Delega SPID, un servizio da approfondire

Poniamo il caso di voler dare lo SPID ad un’altra persona. L’atto può indicare finalità differenti che prevedono iter diversi. Poniamo il caso di aver necessità di navigare sul portale INPS per conto di un’altra persona. Occorrerà che il delegato sia in possesso di un proprio SPID in modo tale da poter accedere sul portale dell’INPS e poi avvalersi della facoltà di operare per proprio conto o per conto di qualcuno. In questo modo si potranno eseguire le operazioni come persona delegata.

La delega non ha una scadenza ma potrà essere ritirata in qualsiasi momento. Può essere richiesta recandosi presso un Ufficio INPS presentando il documento di identità del delegante e del delegato nonché il modulo apposito debitamente compilato e firmato. In alternativa si potrà seguire la procedura online accedendo all’area MY INPS con il proprio SPID e inserendo i dati del delegato.

Fare l’identità per conto di un altro

Diverso il caso in cui si vuole richiedere lo SPID per conto di un’altra persona. Secondo la Legge lo SPID è personale, l’intestatario dovrà essere uno solo e non ci potranno essere due identità assegnata ad una stessa persona. Stessa regola per il numero di telefono e l’indirizzo e-mail.

Pur non dovendo essere necessariamente intestati al richiedente, infatti, email e cellulare dovranno essere utilizzati unicamente in modo personale. Sempre secondo le direttive INPS, però, è possibile richiedere più identità a diversi provider anche con diversi livelli di sicurezza. Allo stesso tempo è concesso assistere la persona interessata ad identificarsi attraverso una delle modalità previste dai gestori di identità.