Gina Lollobrigida, che fine farà la sua ricca eredità: non c’è pace

In seguito alla scomparsa della leggenda del cinema, sono in molti a chiedersi a chi andrà in eredità il patrimonio di Gina Lollobrigida.

Morta all’età di 95 anni, sono in molti a chiedersi a chi andrà in eredità il patrimonio della compianta attrice Gina Lollobrigida. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le informazioni disponibili in merito.

Gina Lollobrigida
ContocorrenteOnline

Classe 1927, Gina Lollobrigida si è spenta il 16 gennaio 2023 all’età di 95 anni. Artista senza tempo, il mondo dello spettacolo piange la scomparsa della “Bersagliera” di Pane, amore e fantasia. Vincitrice di un Golden Globe, sette David di Donatello e due Nastri d’Argento, nel corso della sua carriera ha lavorato con i più grandi registi italiani.

Un’eredità artistica immensa, quella lasciata dalla Lollobrigida, con la nota attrice che ha segnato un’epoca, riuscendo ad entrare nei cuori sia di grandi che di piccini. Sono in molti a ricordarla con affetto, rendendo omaggio alla sua meravigliosa e strabiliante carriera. Allo stesso tempo sono in molti a chiedersi a chi andrà in eredità il patrimonio della compianta diva. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le informazioni in merito.

Gina Lollobrigida, che fine farà l’eredità della diva del cinema: le informazioni disponibili

Gli ultimi anni di Gina Lollobrigida sono stati segnati dal contenzioso tra il figlio Andrea Milko Skofic e il collaboratore dell’attrice Andrea Piazzolla. Quest’ultimo è stato accusato di aver sottratto tre milioni di euro dal patrimonio dell’attrice e rinviato a giudizio con l’accusa di circonvenzione di incapace. Assieme a Piazzolla è finito a processo anche Antonio Salvi, che avrebbe fatto da intermediario con una casa d’aste per la vendita di quasi 350 beni di proprietà di Gina Lollobrigida.

“Ho deciso di denunciare perché lei, dopo la conoscenza di Piazzolla, è cambiata. È diventata fuori controllo. Mia madre era molto attenta a come spendeva i soldi, una persona semplice, non faceva feste. Tutto questo è andato avanti fino a quando non è arrivato Piazzolla, intorno al 2009“, avrebbe affermato in Aula il figlio di Gina Lollobrigida, così come riportato da Repubblica.

L’attrice, dal suo canto, aveva sempre difeso Piazzolla, tanto da affermare: “Andrea non ha mai sbagliato. È una persona brava e per il fatto che mi ha aiutato sta avendo dei guai terribili. La vita è mia e io decido cosa farne. Fare dei regali ad Andrea e alla sua famiglia è una cosa che riguarda me”.

Un processo ancora in corso davanti al giudice monocratico per cui si attende, pertanto, l’esito. Resta ancora da capire, inoltre, a chi andrà in eredità il patrimonio della diva del cinema, per cui si resta in attesa della lettura del testamento. Dal 2021, si ricorda, l’attrice aveva un amministratore di sostegno nominato dal Tribunale per tutelare il suo patrimonio.