Legge 104 ed esenzione bollo auto: scarica il modulo per non pagare

I titolari di Legge 104 possono richiedere l’esenzione dal pagamento del bollo auto presentando l’apposito modulo. Ecco di quale si tratta.

I titolari di Legge 104 possono beneficiare di alcune importanti agevolazioni, come ad esempio l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica. Per poter beneficiare di tale opportunità, però, bisogna scaricare un modulo ad hoc. Ecco di quale si tratta e tutto quello che c’è da sapere in merito.

bollo auto legge 104
ContocorrenteOnline

Alimentazione, abbigliamento, bollette di acqua, luce, gas e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero molti i costi da dover sostenere e che portano a dover mettere mano al portafoglio. Se tutto questo non bastasse, l’aumento generale dei prezzi costringe sempre più persone a dover fare i conti con una difficile gestione delle finanze personali.

Proprio in tale ambito, pertanto è bene ricordare che i titolari di Legge 104 hanno diritto a diverse agevolazioni e aiuti di carattere economico. Entrando nei dettagli possono beneficiare dell’esenzione dal pagamento del bollo auto, a patto che presentino un determinato modulo. Ma di quale si tratta? Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Legge 104 ed esenzione bollo auto, scarica il modulo per non pagare: cosa c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che titolari di Legge 104 possono usufruire di diverse agevolazioni, come ad esempio l’esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA dovuta per il passaggio di proprietà se acquistano un’auto. Sempre in tale ambito, inoltre, interesserà sapere quale modulo bisogna scaricare per beneficiare dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica.

Ebbene, entrando nei dettagli bisogna sapere che sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il modulo “Richiesta esenzione tassa automobilistica (veicolo intestato alla persona disabile o al familiare che ha sostenuto la spesa)”. La prima parte del modulo da compilare concerne i dati anagrafici del soggetto richiedente. Quest’ultimo, è bene ricordare, può essere sia il disabile che il familiare a cui è ha a carico.

A seguire bisogna mettere una x sul quadratino inerente la categoria per cui si ha diritto a tale esenzione. Il tutto, ovviamente, deve essere certificato da apposita documentazione che attesti la propria condizione di invalidità.  Nel caso in cui, a richiedere l’esenzione sia il famigliare che presta assistenza a una persona con disabilità grave, bisogna anche dichiarare, sotto la propria responsabilità, che il famigliare è a carico, così come deve risultare sull’ultima dichiarazione dei redditi.

Sempre nel modulo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, inoltre, vi è una lista con i documenti che bisogna allegare per ottenere l’esenzione. Tra gli allegati si annoverano:

1 copia del libretto o carta di circolazione
2 certificazione rilasciata dalla Commissione Medica attestante l’invalidità
3 copia del documento di riconoscimento dei trasportati
4 copia della patente speciale”.

Il modulo in questione può essere presentato, nelle Regioni convenzionate con ACI, presso gli Uffici Provinciali o Delegazioni ACI. In alternativa bisogna presentare apposita richiesta all’Ufficio tributi della propria Regione o all’Agenzia delle Entrate.