Assegno di mantenimento: quando sono i nonni a dover pagare

Quando spetta ai nonni pagare l’assegno di mantenimento per i nipoti? Scopriamo le direttive del Codice Civile.

Dai genitori ai nonni, vediamo quando c’è il passaggio di testimone del dovere di mantenimento di figli o nipoti.

assegno mantenimento nonni
Contocorrenteonline.it

I genitori hanno sempre l’obbligo di mantenimento dei figli indipendentemente dalla loro relazione. Da coniugi, conviventi, separati, divorziati, il diritto dei figli di essere mantenuti da entrambi non viene mai meno. In caso contrario la Costituzione e il codice civile (nonché penale) prevedono delle ripercussioni economiche e sanzioni varie per i genitori che non si occupano della prole. A meno che non si verifichino della particolari condizioni di difficoltà economica da parte di mamma e papà. In questo caso il testimone passerà ai nonni che saranno obbligati a mantenere i nipoti fino ad un miglioramento della situazione di figlio e nuora o figlia e genero. Siamo nell’ambito del diritto di famiglia, settore dalle questioni molto delicate soprattutto quando c’è di mezzo una separazione e le discussioni sull’affidamento dei bambini. Di pari passo fonte di diatribe a volte infinite è l’assegno di mantenimento.

Assegno di mantenimento dei figli, dai genitori a nonni

Come accennato, i genitori che non rispettano l’obbligo di mantenimento dei figli incorrono in sanzioni penali ossia un anno di reclusione e una multa di 1.032 euro. Può succedere che mamma o papà non paghino non per un capriccio o per fare un dispetto all’ex coniuge ma perché economicamente in difficoltà. Cosa succede se anche l’altro genitore non ha reddito sufficiente?

Secondo la Cassazione diventa compito dei nonni occuparsi dei nipoti (articolo 316 bis del codice civile). Ciò accade, nello specifico, nel momento in cui i genitori non hanno mezzi sufficienti per adempiere ai loro doveri. L’onere passa agli ascendenti in ordine di prossimità. Di conseguenza il Tribunale contatterà in primis i nonni che dovranno destinare parte del reddito per il mantenimento dei nipoti. La Legge non prevede un ordine di “preferenza” tra nonni materni e paterni. Non conta se le maggiori mancanze siano da imputare al papà o alla mamma.

Nonni paterni o materni?

A chi spetta l’onere di mantenere i nipoti, ai nonni paterni o materni? La Corte di Cassazione ha annullato una sentenza della Corte d’Appello che aveva preteso il mantenimento solamente ai nonni paterni. Il verdetto è stato modificato imponendo una ripartizione delle spese in uguale misura tra nonni paterni e materni dato che l’articolo 316  Bis del Codice Civile non restringe l’obbligo ad un unico destinatario.