Lotteria Italia, non ritirano i milioni vinti: come gettare l’occasione della vita

Storie incredibili legate alla Lotteria Italia, uno degli eventi assoluti dell’anno. Gli italiani in questa fase sognano più che mai.

Oggi più che mai gli italiani attendono la notizia che apre al meglio ogni anno. Il numero di serie del biglietto vincente della Lotteria Italia. Una pioggia di milioni che puntuale arriva ogni anno, all’inizio, nel giorno dell’Epifania. In un modo o nell’altro parliamo di una più che mai piacevole abitudine che nonostante tutto accompagna gli italiani da decenni e decenni. Il sogno da accarezzare nei primi giorni del nuovo anno, e quel biglietto, che sempre ci si augura possa essere fortunato.

Lotteria
Conto Corrente Online

Nel caso specifico della Lotteria Italia entriamo in un discorso completamente diverso da quello classico legato, per esempio ai giochi a premi. La Lotteria Italia è qualcosa a parte che coinvolge gli italiani indipendentemente dalla volontà o meno di sfidare di continuo la sorte. In questa specifica dinamica si può trovare per l’appunto il giocatore occasionale quello che una volta all’anno, magari acquista solo ed esclusivamente il biglietto della lotteria, stop.

Il concorso legato alla Lotteria Italia è di quelli capaci di calamitare l’attenzione di milioni di italiani da anni e anni. Altro discorso rispetto a quello ceh ogni giorno possiamo vedere in ogni ricevitoria, in ogni edicola e quant’altro. In questo caso, si cerca il colpo della vita, certo, ma in modo completamente diverso. Immaginiamo una sorta di operazione nostalgia, una tradizione da rispettare a tutti i costi. Tradizione spesso ricca di sorprese.

Al giorno d’oggi invece la fortuna è richiestissima, per modo di dire. Ogni giorno gli italiani si fiondano su quelle che sono le varie opportunità offerte dal quotidiano. Non pensiamo soltanto alle classiche lotterie, Lotto e Superenalotto, ma anche a quelle istantanee, per esempio il Gratta e vinci. Se nei primi due casi ci troviamo di fronte alla vera e propria tradizione, scovare i numeri giusti, incastrarli tra loro e sperare di vederli estratti, nel caso del Gratta e vinci tutto diventa diverso.

Parliamo in quel caso della lotteria cosiddetta istantanea. Parliamo di quella possibilità davvero incredibile di sapere nel giro di pochi secondi se si è vinto o meno un premio davvero importante. La sfida alla fortuna che può arrivare in ogni momento, in ogni situazione, in ogni luogo. Anche questa è magia, se vogliamo. La palma del preferito almeno per quel che riguarda il montepremi messo in palio spetta certamente però al Superenalotto.

340 milioni di euro rappresentano un jackpot che nel nostro paese non si era mai visto, qualcosa di assolutamente fuori dal mondo. Basti pensare che l’attuale primato di vincita, quello che di fatto, almeno formalmente oggi rappresenta un record per l’Italia, è fermo a 209 milioni di euro. Si tratta della vincita di Lodi del 2019. Ultima vincita in ordine di tempo quella del maggio 2021. In quel caso si vinse a Montappone, 156 milioni di euro grazie alla sestina vincente.

Lotteria Italia, il premio è suo ma non lo ritira: le incredibili storie del concorso tanto amato

Una dinamica alquanto bizzarra entra in gioco, stranamente, secondo i più, nel momento in cui i premi legittimamente assegnati dalla Lotteria Italia non vengono misteriosamente, di fatto, assegnati. Può sembrare assurdo ma va a finire letteralemente cosi. Un esempio? Nel 2002 ci furono premi della Lotteria Italia, per 30 milioni di euro non consegnati. Nel corso dell’edizione 2008/2009, il primo premio da 5 milioni non fu reclamato, incredibile vero? L’importo fu infatti rimesso in gioco per la stagione successiva.

Nel corso dell’edizione del 2016, poi, stesso discorso per un biglietto da ben 2 milioni di euro, una vincita, di fatto mai reclamata. Una storia davvero incredibile è quella capitata al signor Gino, 44enne di Ascoli, che nel corso delle festività natalizie del 2009 aveva acquistato un biglietto rivelatosi vincente per una somma di 1,2 milioni di euro. La vincita però non è stata mai reclamata dall’uomo, se non cinque anni dopo. Il biglietto era andato di fatto perso e l’uomo aveva realizzato il tutto nel corso di una nuova estrazione.

L’attesa sta per finire, il biglietto vincente sarà infatti svelato nella giornata di oggi 6 gennaio nel corso del programma di Rai Uno “I Soliti Ignoti”. Per quel che riguarda poi i premi considerati minori bisognerà attendere le comunicazioni degli stessi organizzatori sempre attraverso la nota trasmissione tv.

Per l’edizione del 2022, vendite per 6,4 milioni di biglietti, con una ripresa del 40% rispetto all’anno della pandemia. Gli anni fortunati, in ogni senso della Lotteria Italia sono però gli Ottanta e Novanta, con vendite anche superiori ai 30 milioni di biglietti. Il record assoluto fu segnato nel 1988 con 37,4 milioni di tagliandi staccati. Premio più ricco da 15 miliardi di lire, assegnato in due edizioni, entrambe abbinate a Carramba che sorpresa, nel 1998 e nel 1999. Dal 2001 in poi, il primo premio è sempre stato fissato a 5 milioni, tranne che in due occasioni: 6 milioni nel 2003 e i due primi premi da 5 milioni di euro del 2009.,

Grande successo, negli anni, per i biglieti venduti in Autogrill he hanno fruttado nell’ultimo periodo circa 32,5 milioni. Nell’ultima edizione la fortuna si è fermata a Magliano Sabina nell’area di servizio Flaminia Ovest, dove è andato il terzo premio da 2 milioni di euro. Il giocatore viaggiante, insomma, è tra i più fortunati in assoluto. Per tutti i vincitori va ribadito che il pagamento avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione del biglietto. Lo stesso tagliando, inoltre può essere spedito direttamente all’Ufficio Premi con raccomandata A/R. In questo caso, al tutto vanno allegate le generalità, l’indirizzo del richiedente e le modalità di pagamento prescelte tra assegno circolare, bonifico bancario o potale. Tempo di lotteria insomma, tempo di fortuna ricercata e di sogni da realizzare.