Clima impazzito in Italia: “Le piante non ci stanno capendo più niente”. Cosa sta succedendo

C’è un fenomeno che sta coinvolgendo una nota città italiana che preoccupa moltissimi. In molti pensano che sia tutta colpa del cambiamento climatico. 

C’è un vero e proprio mistero che ha colpito in questi mesi la città di Milano. Un vero e proprio enigma che sta dando moltissimo da riflettere gli scienziati della nostra penisola.

milano foglie
Adobe Stock

E forse sta fornendo un ulteriore motivo di protesta, a tutti coloro che hanno fatto del cambiamento climatico la loro principale battaglia politica. Da qualche mese infatti la flora del capoluogo lombardo preoccupa molto. 

Le foglie non cadono più, colpa del clima impazzito in Italia?

È il motivo è dovuto al fatto che, anche arrivati alla fine dell’anno, la maggior parte degli alberi non ha ancora perso le foglie. Chi è abituata a passeggiare nella capitale della moda, può infatti ancora adesso notare che le chiome dei pioppi siano ancora verdissime. Un fenomeno molto strano e particolare, considerando che solitamente a inizio ottobre, i pioppi di Milano cominciano per l’appunto a perdere le loro foglie dando inizio all’autunno.

Non è invece accaduto quest’anno, come se la prima volta la naturale stesse deviando dal suo corso naturale. Ma si tratta di un mistero che può essere in primo luogo spiegato, andando a guardare le assurde temperature del capoluogo lombardo negli ultimi mesi. Milano ha infatti attraversato uno degli inverni più caldi di sempre, con temperature molto anomale, che non si erano mai verificate negli anni passati. 

Mistero a Milano, perché le foglie non cadono? Cosa dicono gli esperti

Parliamo infatti di tantissime giornate in questi mesi, in cui spesso si sono registrati fino a dieci gradi in più delle medie annuali precedentemente registrate. E adesso, sono sempre di più gli esperti che vengono interrogati per capire il motivo di un situazione così particolare. Sulla questione si è ad esempio espresso in questi giorni il famoso agronomo Alessandro Cattaneo. Secondo l’uomo “c’è senz’altro una correlazione fra i cambiamenti climatici e la mancata caduta delle foglie soprattutto in città. Si tratta di eventi naturalistici ancora poco studiati perché recenti. La caduta delle foglie è influenzata da diversi fattori: le ore di luce, la temperatura e la presenza di più o meno acqua. Mediamente si registra qualche grado in più nelle zone ad alta densità edilizia, una variazione che fa la differenza quando si arriva a sfiorare o superare i 10 gradi in pieno inverno”. Anche secondo l’agronomo Andrea Bucci la situazione è fuori controllo. E l’impressione è che il ciclo di vita della pianta sia stato compromesso dal clima anomalo di questi mesi. 

Il vero pericolo è arriva adesso a gennaio, quando le temperature scenderanno 

Lo stesso Bucci precisa che il fenomeno delle foglie che non cadono, è presente a Milano da almeno dieci anni. Questa è stata però forse la prima volta in cui è risultato così visibile per la sua entità. La situazione resta in ogni caso molto preoccupante, come ha sintetizzato anche l’agronoma Ferrari: “Le piante nn ci stanno capendo più niente”.L’agronomo sostiene infatti che adesso il rischio è trovarci “impreparati all’arrivo del vero freddo che magari sopraggiungerà a gennaio, con danni alle fioriture e ai raccolti dell’anno prossimo”. Di sicuro, sarà molto importante capire cosa accadrà tra gennaio e febbraio.

E se invece la temperatura adesso non scendesse come preventivato da Bucci? Fino a che punto il clima di Milano resisterà? Si verificheranno altre anomalie come quella che abbiamo appena raccontato? Non ci è dato saperlo per il momento. ma di certo, ci troviamo di fronte all’ennesimo episodio che ci dimostra quanto il clima del pianeta sia ormai fuori controllo e di difficile previsione.