Monete, la 50 lire e gli altri esemplari che valgono sul serio: la lista dei collezionisti

Monete che hanno fatto la storia del nostro paese e non solo. Perle assolutamente rare che oggi possono valere una vera fortuna.

La vicenda generale che riguarda le monete presenti o meno in circolazione in questa particolare fase storica merita ampiamente un discorso a parte. Sappiamo benissimo, per dire, quanto possano valere, oggi determinate monete sul mercato collezionistico. Parliamo in questo specifico caso di un contesto completamente a parte. Autonomo, indipendente e di certo ricco e prestigioso. Gli esempi a riguardo non mancano assolutamente.

50 lire
Conto Corrente Online

Al momento, quello che è importante affermare in merito all’intero contesto collezionistico riguarda in qualche modo l’unicità dello stesso segmento che fa ampiamente parte della vita quotidiana di milioni e milioni di cittadini. In linea di massima, cosi come anticipato, parliamo di una realtà assolutamente indipendente e autosufficiente che si basa sulle dinamiche innescate da un mercato che attraverso le sue stesse dinamiche arricchisce l’intero contesto circostante.

Il web negli ultimi anni ha arricchito, per cosi dire, ma di fatto è cosi, lo stesso contesto. Oggi, milioni di semplici appassionati o collezionisti incalliti hanno la possibilità di attingere da milioni e milioni di pagine, ad accesso completamente gratuito per provare ad accrescere la propria conoscenza. Esemplari proposti con descrizioni, illustrazioni e quant’altro, confrontati con altri “pezzi” pregiati.

Per i singoli appassionati, poi, la possibilità concreta d’interfacciarsi tra loro, scambiare pareri, confrontarsi, scambiare attraverso le varie piattaforme web, in tutta sicurezza i propri preziosi pezzi da collezione. In più la possibilità di partecipare ad aste online o in presenza, spesso organizzate dalle stesse piattaforme. Una serie d’indubbia vantaggi che consente a milioni di nuovi appassionati di avvinarsi  a questo particolarissimo contesto.

Tra gli esemplari sempre attuali, nel contesto collezionistico, troviamo quelli appartenenti alla collezione della vecchia lira. Monete che hanno fatto la storia del nostro paese e non solo. Tra i più seguiti, al momento troviamo un nemmeno tanto vecchio esemplare di 50 lire. Coniato nel 1996, questo specifico esemplare è rimasto in produzione fino al 1999. Chiamato “Italia Turrita”, rappresenta, di fatto, l’ultima moneta da 50 lire coniata nel nostro paese prima dell’avvento dell’euro, nel 2002.

Sul Dritto della moneta troviamo la rappresentazione della Testa Turrita. Dal velo della stessa rappresentazione fuoriescono ciocche di capelli intrecciati, a rappresentare  iconicamente il DNA, simbolo di origine della storia italiana. Intorno la scritta REPVBBLICA ITALIANA. In basso, una stella a cinque 5 punte con la firma dell’autrice L. CRETARIA.

Sul lato del Verso, poi spicca l’indicazione del valore di 50 Lire, nella parte superiore il millesimo di conio. Tutt’intorno una serie di simboli indicanti le altre monete della Repubblica Italiana.

Monete, la 50 lire italiana e gli altri esemplari di valore: l’elenco completo degli esemplari di valore.

50 lire
Web

A marcare, in qualche modo un certo valore per quelli che sono gli esemplari di maggior prestigio, attualmente, ci sono quasi sempre gli stessi elementi, che in alcuni casi possono per l’appunto portare a valutazioni eccezionali, spesso sorprendenti. Anno di conio, contesto sociale e politico che ha portato, di fatto, alla produzione della stessa moneta, appartenenza a serie speciali e in ogni caso la tiratura stessa dell’esemplare specifico.

Inoltre, le condizioni di conservazione, ed eventuali errori di conio, veri e propri difetti di produzione che possono letteralmente far schizzare il valore dello stesso esemplare. Un noto canale collezionistico, di recente presente anche su Whatsapp, ha chiarito, in definitiva quali sono gli esemplari della vecchia lira che effettivamente hanno un valore specifico fuori dal comune, per intenderci e quindi considerevoli di “attenzione collezionistica”.

Il canale in questione, inoltre, specifica che per quel che riguarda le monete appartenenti alla famiglia dell’euro le uniche da prendere seriamente in considerazione sono quelle coniate dalla Repubblica di San Marino, Città del Vaticano, Principato di Monaco e Principato di Andorra. Discorso poi, del tutto diverso, per quel che riguarda per l’appunto le monete della vecchia lira. Massima attenzione per i seguenti esemplari:

  • monete coniate nel 1946 e 1947
  • 5 lire coniata nel 1956
  • 100 lire 1955 in perfette condizioni di conservazione
  • 2 lire e 50 lire coniate nel 1958
  • 20 lire coniata nel 1958
  • 500 lire d’argento con le caravelle, Unità d’Italia (1961) e Dante (1965)

Molto considerate, inoltre le seguenti monete del Regno d’Italia

  • 1 centesimo del 1902, 1908, 1911 e 1918
  • 2 centesimi del 1907, 1908, 1910 e 1912
  • 5 centesimi del 1908, 1909, 1912, 1913, 1915, 1919, 1936, 1937
  • 10 centesimi del 1919 e 1936
  • 20 centesimi del 1920 e 1936;
  • 25 centesimi del 1902 e 1903;
  • 50 centesimi del 1924, 1936 e 1943;
  • 1 lira del 1936 e 1943;
  • 2 lire del 1926, 1927, 1928, 1936, 1941, 1942 e 1943.
  • monete in argento e oro del Regno d’Italia da 1, 2, 5, 10, 20, 50 e 100 lire.

Le monete prese in considerazione, nel caso saranno quelle di Pio XI dal valore nominale di 100 lire dal 1929 al 1937 e 10 centesimi del 1938. Da segnalare, eventualmente le serie  annuali di Pio XI, comprese le 100 lire in oro, negli astucci originali.  Di seguito riportiamo i vari esemplari in questione con anno di conio e valutazione attuale:

  • 1929 a €580
  • 1930 a €950
  • 1931 a €560
  • 1932 a €560
  • 1934 a € 500
  • 1935 a € 950
  • 1936 a € 500
  • 1937 a € 2400

Monete di Pio XII  con relativi valori:

  • 1939 a €380
  • 1940 a € 380
  • 1941 a € 390
  • 1942 a € 450
  • 1943 a € 500
  • 1944 a € 500
  • 1945 a € 500
  • 1946 a € 550
  • 1947 a € 600
  • 1948 a € 320
  • 1949 a € 500
  • 1950 a € 280
  • 1951 a € 480
  • 1952 a € 480
  • 1953 a € 480
  • 1954 a € 700
  • 1955 a € 1200 (SOLO ORO)
  • 1956 a € 500   (SOLO ORO)
  • 1957 a € 330   (SOLO ORO)
  • 1958 a € 330   (SOLO ORO)
  • 1959 a € 1150 (SOLO ORO)

Monete che insomma hanno realmente fatto la storia del nostro paese e non solo. Il tutto si evince dalla considerazione che collezionisti di tutto il mondo hanno nei confronti di quelle che sono le collezioni varie italiane. Che si tratti di Regno d’Italia o Repubblica Italiana, poco importa. A essere considerato è il fascino e al tempo stesso il prestigio dello stesso esemplare, dettato dal tempo, e dalla fama, per cosi dire della stessa moneta in questione.

Oggi più che mai, insomma, lo stesso contesto collezionistico vive una sorta di seconda vita. Gli stessi collezionisti, oggi più che mai, attraverso il web e le informazioni da esso veicolate sanno ormai benissimo come muoversi nell’anomalo e complesso percorso che porta lo stesso appassionato verso il giusto esemplare da acquistare. In ogni caso, al momento giusto, il consiglio di un esperto rappresenta sempre qualcosa di utile e giusto per non rischiare di finire in una situazione spiacevole. Lo stesso contesto, infatti, a volte può fornire veri e propri abbagli, situazioni molto simili alle classiche truffa online di cui sono piene le cronache quotidiane. Il collezionismo è questo, amore, passione, e certo, ogni tanto, la giusta attenzione.