Agenzia delle entrate, la comunicazione di Natale: era meglio non riceverla

Nel periodo natalizio alcune dinamiche finiscono per diventare ancora più rischiose del solito. L’atmosfera fa brutti scherzi.

Il problema principale delle festività natalizie e non solo quelle, si produce in un clima spesso abbastanza surreale in cui tutti da un momento all’altro in un modo o nell’altro ambiscono a una buona notizia, la certificazione di un vantaggio, di una agevolazione. Scherzi insomma da clima del tipo “tutti più buoni”. Bene, proprio in questa fase, più che spesso si annidano rischi fortemente dannosi, chiaramente, per gli stessi cittadini.

Truffa
Conto Corrente

Cosa succede nel momento in cui si è certi di stare per ottenere un interessante vantaggio, una agevolazione, un premio, qualsiasi cosa insomma? In genere in qualche modo si perde per un attimo contatto con la realtà, con quella che potrebbe essere la cruda realtà. Il nocciolo della questione, quando si parla di truffe, raggiri, è di fatto tutto qui. L’utente, il cittadino, a seconda delle modalità d’azione del truffatore immagina qualcosa che semplicemente non è.

Il problema truffe, le dinamiche che insomma scuotono più che mai il quotidiano dei cittadini assume, cosi come anticipato, modi e forme spesso completamente diverse. Il web e la realtà fisica. In entrambi i casi, il rischio è sempre più che mai concreto per il cittadino. Il malintenzionato ha ormai sviluppato tecniche concrete e più che mai efficaci. Che si tratti di realtà o virtuale cambia davvero poco. Il pericolo, cosi come si ama dire, è sempre dietro l’angolo.

La sicurezza sul web è ormai nettamente compromessa dalla presenza di dinamiche sempre più rischiose che coinvolgono quotidianamente milioni e milioni di cittadini nel paese. I canali utilizzati per la veicolazione dei messaggi che sono al centro di tali processi è affidata come sempre ai social, agli sms e alle mail. La tecnica si mostra quasi sempre con la proposta dello stesso impianto. Un contenuto accattivante che concentri su di se l’attenzione di chi legge.

Un contenuto accattivante insomma, la promessa, per l’appunto, di un premio di un vantaggio. Si va dallo smartphone vinto grazie al fantomatico concorso che nemmeno si ricorda, al tablet in palio per partecipare al semplice sondaggio. Inoltre c’è il pacco che non si riesce a consegnare, il buono sconto o acquisti da riscattare. Tutte dinamiche che generalmente prevedono il pagamento di piccole quote per quel che riguarda le spese di spedizione.

In quel frangente entra in scena il link che sempre accompagna i messaggi in questione. La vera propria chiave d’accesso per i truffatori al privato della vittima. Una pagina fake guiderà l’utente verso il pagamento delle spese di spedizione ma il tutto si dimostrerà nient’altro che una messa in scena per entrare nel conto corrente in questione e portare via tutto. Ultimamente però, certe dinamiche sembrano essersi più che mai affinate, la dimostrazione arriva dal fatto che nuove operazioni ben più complesse, minacciano i cittadini.

Agenzia delle entrate, la comunicazione a Natale: la falsa notifica minaccia i cittadini

La Polizia Postale, considerando la mole di segnalazioni arrivate nelle ultime settimane evidenzia la presenza sul web di una nuova truffa molto elaborata. Il filone in questione, se cosi possiamo dire, riguarda un altro tipo di applicazione della dinamica truffaldina. Un finto messaggio inviato da enti pubblici o aziende note, utilizzate esse stesse e danneggiate indirettamente. Nel caso specifico il tutto coinvolge, per esempio l’Agenzia delle entrate.

Gentile amministratore, dall’esame dei dati e dei versamenti relativi alla Divulgazione delle eliminazioni periodiche IVA, da lei mostrate per il trimestre 2022, risultano emerse alcune incoerenze. Le modificazioni relative alle incongruenze sono disponibili nel cassetto fiscale (sezione l’Agenzia) disponibile dal sito internet dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) e in versione intera nell’archivio incluso alla presente e – mail. La presente e – mail e  stata procreata automaticamente, pertanto le raccomandiamo di non rispondere a questo indirizzo di posta elettronica “.

In linea di massima tali comunicazioni arrivano o nel caso in cui il computer dell’utente in questione o magari smartphone o tablet siano stati violati da specifici virus. Dal lato opposto, si può pensare al classico messaggio che preclude una truffa o un raggiro collegati allo stesso contenuto. In ogni caso è necessario prestare sempre la massima attenzione. Un ottimo antivirus sempre installato e la soglia di controllo della situazione sempre alta, per evitare spiacevoli eventi.