Monete, con questa guadagni subito 900 euro: controlla le 100 lire

Monete che valgono una vera è propria fortuna, è possibile? I segreti della vecchia lira e di un mondo da sogno.

Come può una moneta, un semplice esemplare, magari risalente a decine e decine di anni fa valere tantissimi soldi? Possibile, certo che è possibile. Le dinamiche che fanno in modo che tutto ciò possa accadere sono racchiuse nel magico mondo del collezionismo mondiale. Un contesto a se, alimentato da un mercato che risponde a regole precise e ben radicate che consentono agli appassionati di tutto il pianeta di coltivare al meglio le proprie ambizioni.

lire preziose
contocorrenteonline

Il contesto collezionistico mondiale negli ultimi decenni ha subito una vera e propria rivoluzione. Il tutto grazie a un elemento ben preciso, il web. La rete, infatti, ha fornito un approccio tutto nuovo per gli appassionati del collezionismo. Prendiamo per esempio proprio l’ambito delle monete. Parliamo di una vera e propria arte, vecchia ormai di tantissimi anni. Nonostante questo sempre più nuovi collezionisti si affacciano a questo complesso e affascinante mondo.

Al centro di tutto c’è chiaramente lo stesso esemplare. Ragioniamo quindi della possibilità di avere tra le mani l’oggetto perfetto, la moneta ricercata in giro da svariati milioni di appassionati. In merito all’approccio specifico c’è da dire che tutto oggi appare in una modalità completamente diversa rispetto a prima. Negli anni passati il collezionista girava per mercatini, armato di catalogo per afferrare al volo le occasioni da non perdere.

Oggi tutto è diverso. In questa fase bisogna considerare che il web stesso da la possibilità a chiunque, con un semplice click di avere accesso a milioni e milioni di pagine riguardanti questo meraviglioso mondo. Contenuti specifici. Immagini, illustrazioni di ogni tipo, descrizioni, approfondimenti e chiaramente le valutazioni, il piatto forte di qualsiasi portale. Per gli stessi utenti, poi la possibilità di interfacciarsi tra loro in ogni modo possibile e immaginabile.

Scambiare opinioni, pareri, riflessioni, confrontarsi in merito agli esemplari posseduti e avere la possibilità di acquistare e vendere in tutta sicurezza. In più, l’opportunità di partecipare ad aste online o in presenza organizzate spesso dalle stesse piattaforme web. Al centro di tutto, la moneta, l’esemplare vincente, quello per il quale vale la pena investire anche cifre importanti, certo, sempre se si ha la possibilità di disporne. Un mondo magico.

Monete, il taglio da 100 della vecchia lira: le meraviglie dell’esemplare italiano

Tra gli esemplari maggiormente ambiti dai collezionisti di tutto il mondo ci sono sicuramente queli della vecchia lira. Parliamo di una moneta che ha accompagnato il nostro paese in ben tre diversi secoli. Un percorso molto intenso caratterizzato da momenti drammatici ma anche situazioni di grande speranza. Tra gli esemplari maggiormente ricercati ce ne sono alcuni davvero speciali. Un esempio? La moneta da 100 lire. Nello specifico parliamo della versione ribattezzata “Minerva”, per la rappresentazione presente su una delle due facciate.

Parliamo della moneta da 100 lire in assoluto più diffusa nel nostro paese, in circolazione dal 1954 al 1989. La più preziosa in assoluto, oggi, è la versione di prova datata 1954. Oggi l’esemplare in questione, in perfette condizioni di conservazione può arrivare a valere circa 3mila euro. Stesso discorso per l’esemplare datato 1955, in quel caso la valutazione, in ottima condizione di conservazione è di circa 900 euro.

L’esemplare datato 1957, può valere inoltre circa 300 euro. Se parliamo poi del conio del 1958 siamo su una valutazione di circa 550 euro. Discorso diverso per le versioni in miniatura, per cosi dire, in circolazione tra il 1990 e il 1992. In quel caso le valutazioni sono molto basse. Parliamo di circa 3 euro per esemplare. Numerosi anche gli esemplari celebrativi che nel tempo hanno acquisito sostanziale valore.

100 Lire Marconi, 100 Lire Fao e Accademia Navale Livorno. Escludendo il primo caso parliamo di monete che non ha non hanno avuto tantissimo successo anche per quel che riguarda il contesto collezionistico. L’esemplare “Marconi”, invece, oggi, vale circa 350 euro. Un mondo a parte insomma, un universo parallelo ricco di sogni e ambizioni. I collezionisti, oggi, più che mai, rincorrono l’esemplare della vita, spesso, proprio uno della famiglia della vecchia lira.