Prestito Postepay: con questi requisiti puoi avere subito 3 mila euro

Si tratta di un’iniziativa molto importante che può aiutare le famiglie italiane ad avere subito della liquidità sul conto corrente.

Poste Italiane nell’ultimo periodo è sicuramente diventata molto competitiva, anche paragonandola agli altri competitor bancari.

avere un prestito sulla postepay
foto adobe

Basti pensare all’evoluzione che ha avuto la PostePay. La carta prepagata oggi, nella versione PostePay evolution, ha anche l’iban per permettere di ricevere bonifici sulla scheda e fare dei pagamenti. Una soluzione molto apprezzata dai consumatori. In questo modo, i clienti di Poste Italiane hanno potuto usufruire degli stessi servizi di chi ha un conto corrente bancario. Seppur, con dei costi mensili molto più contenuti.

I costi di gestione della PostePay

La spesa annua di una carta prepagata di Poste Italiane è di 12 euro. In sostanza, si tratta di un euro al mese. Un costo molto contenuto, se paragonato a quallo degli altri istituti bancari. Inoltre, per ottenere la carta il costo è di 5 euro. Mentre i costi al bancomat sono di 1 solo euro. Davvero un bel risparmio. Inoltre, ad oggi è stata introdotta anche un’interessante novità per chi usufruisce dei servizi della carta prepagata. Si tratta del Mini Prestito Bancoposta. Questo, prevede la possibilità di richiedere fino ad un massimo di 3 mila euro. Recandosi in uno degli uffici postali disclocati su tutto il territorio nazionale.

I requisiti per richiedere il prestito con Poste Italiane

Vediamo quali sono i requisiti per richiedere un prestito con Poste Italiane. Si tratta di una modalità molto semplice, in quanto basta essere titolari di una carta PostePay Evolution. Inoltre, bisogna avere un’età anagrafica compresa tra i 18 e i 76 anni, essere residenti in Italia e avere un lavoro o una pensione dimostrabile. Come detto, la richiesta va formulata recandosi in una delle tanti filiali che l’azienda ha su tutto il territorio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come presentare la domanda di prestito personale

La domanda di prestito dovrà essere formulata firmando l’apposità modulistica. Inoltre, bisogna esibire la carta d’identità, il codice fiscale e il documento di reddito. Mentre, i cittadini stranieri dovranno esibire anche il permesso di soggiorno. Inoltre, i lavoratori dipendenti devono essere residenti in Italia da almeno un anno. Mentre per gli autonomi da almeno 36 mesi. Infine, il prestito ha una durata massima di 22 mesi. Il pagamento delle rate dovrà avvenire direttamente dal conto bancoposta o dalla tessera PostePay evolution.