Televisore acceso tutto il giorno, facciamo due conti: quanto consuma

Il risparmio, oggi più che mai è la vera e propria parola d’ordine. Risparmiare ovunque sia possibile, sempre.

I tempi che corrono obbligano più che mai ad una riflessione netta, precisa. Cosa possono fare realmente i cittadini per provare a rendere più agevole la morsa della crisi e tutto ciò che comporta? Secondo molti la soluzione potrebbe essere quella di contenere i consumi, fare in modo insomma di adottare una condotta assolutamente diversa da quella classica, quella che ha insomma caratterizzato il nostro quotidiano nel corso degli ultimi anni.

guardare la televisione
Adobe Stock

Il risparmio oggi più che mai, cosi come anticipato è letteralmente la parola d’ordine. I consumi cosi come in molti hanno sentenziato devono andare giù a cominciare da quelli puramente energetici, chiaramente. Con l’arrivo della stagione autunnale infatti il Governo ha applicato una serie di precise restrizioni in merito a quella che dovrebbe essere la condotta da adottare nei mesi considerati più freddi dell’anno che sta per finire e di quello che andrà ad iniziare.

Proviamo quindi a comprendere, al di la di quelle che sono le condotte da evitare in merito al consumo del riscaldamento di casa, quindi di gas, quali possono essere gli accorgimenti utili per ritrovarsi nel prossimo futuro con bollette anche dell’energia elettrica molto più “sopportabili”. In qualche modo si dovrà operare, questo è poco ma sicuro, e la scelta non può che cadere sugli elettrodomestici di largo consumo. Lavatrice, ad esempio, oppure perchè no, la televisione.

Escludendo ovviamente, per ovvie ragioni, il frigorifero, non possiamo che soffermarci ad esempio sulle lampade utilizzate nelle nostre serate casalinga, l’illuminazione in generale e quindi la televisione. Basta insomma con la malsana abitudine di utilizzare lo schermo della tv come sorta di compagnia e possibilmente basta con l’altrettanto, per i tempi che corrono, malsana abitudine di tenere accesi due, tre o addirittura quattro televisori per volta.

Se volessimo, in questo campo, addentrarci in quelli che sono i veri e propri consumi dei televisori moderni dovremmo per forza di cose differenziare tra tecnologia e tecnologia. Ogni tipologia di televisore, cosi come anticipato, è caratterizzato da una precisa impostazione. Elementi qualitativi, relativi all’immagine, presi maggiore mente in considerazione rispetto ad altri. Questo, chiaramente, ha un costo ben preciso.

Crisi e consumi: la soluzione potrebbe essere davvero in casa nostra

Osservando ad esempio quelle che sono i televisori maggiormente acquistati, possiamo tranquillamente affermare che quelle con schermo LCD sono molto più “pesanti” in termini di consumo energetico rispetto a quelle a LED. Uno schermo più grande ovviamente andrà quindi a consumare maggiormente rispetto ad uno schermo di ridotte dimensioni. In alcuni casi si è addirittura azzardato un esempio pratico. Circa 1 euro al giorno di consumi con una LCD, parliamo quindi di quasi 365 euro l’anno.

Altro aspetto da tenere in considerazione anche se di esiguo impatto rispetto al consumo generale riguarda la condizione di stand-by dello stesso televisore. Di recente è stato infatti calcolato che la stessa lucina consuma un consumo di 3 Watt all’ora, 72 W al giorno. In un anno per la sola condizione di stand-by si andranno a pagare quindi 6 euro, in linea di massima in modo del tutto inutile. La soluzione, in questo caso è quella di staccare l’alimentazione della tv. Il risparmio è possibile, certo, ma per rendere tutto ciò reale, bisogna fare dei piccoli sacrifici, spesso assolutamente privi di impegno, come nell’ultimo caso considerato.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La bolletta può scendere, se parliamo di costi. L’importo complessivo potrebbe essere un altro se solo ci limitassimo ad utilizzare ogni elettrodomestico nel modo più funzionale possibile. A quel punto avremo imparato una lezione importante che potrebbe servirci anche nel prossimo futuro ad evitare inutili sprechi. Basta davvero poco, in un certo senso, basta volerlo. Il tutto a nostro vantaggio.