Bollette gas: c’è un grande cambiamento in arrivo già dal prossimo mese, inaspettato

L’autorità per l’energia ha deciso che le bollette gas non saranno più inviate ai consumatori con cadenza bimestrale, bensì mensile.

Con la crisi energetica in atto si è alla ricerca di metodi che consentano ai consumatori di affrontare con maggiore tranquillità le spese relative ai consumi di luce e gas. Per questo motivo, Arera, l’autorità per l’energia, ha deciso che le bollette non saranno più inviate alle utenze domestiche con cadenza bimestrale, bensì con cadenza mensile.

Bollette gas
Canva

In questo modo, si riuscirebbe a spalmare il costo della bolletta, riuscendo a prevenire periodicamente i pagamenti delle fatture. La decisione di Arera non è altro che l’attuazione di una delle richieste dell’Unione Nazionale consumatori avanzate nella consultazione sulla delibera di luglio. Nel documento si è pensato di introdurre nuovi metodi per la determinazione delle tariffe per il mercato tutelato.

Per questo motivo l’Arera ha ritenuto utile prendere in considerazione l’esigenza di avere una maggiore previsione della periodicità delle fatture.

Tutto ciò rientra nell’ambito del servizio di tutela e servirebbe possibile offrire ai consumatori finali l’opportunità di conoscere, con maggiore frequenza, l’esborso di denaro relativo ai consumi di luce e gas.

Bollette gas: la decisione di Arera

L’autorità per l’energia ha deciso di intervenire per offrire un piccolo vantaggio ai clienti che si trovano ad affrontare l’impennata delle quotazioni del gas. Il fenomeno si è registrato a livello internazionale e ha avuto ripercussioni su tutte le famiglie e l’impresa. Per questo motivo, ogni Nazione ha deciso di adottare delle iniziative con lo scopo di contenere il più possibile i prezzi.

A livello nazionale, dunque, l’Arera ha deciso di diventare prendere le distanze rispetto al mercato all’ingrosso di gas naturale ovvero il Title Transfer Facility di Amsterdam.

In questo modo, l’agenzia intende non avere più il mercato di Amsterdam come unico punto di riferimento per le quotazioni del gas. Così facendo Arera prende in considerazione la media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso.

Aggiornamento delle tariffe

Da questo autunno, avverrà l’aggiornamento delle tariffe per i consumi di gas. Per chi non lo ricordasse, attualmente, l’aggiornamento delle tariffe avviene su base trimestrale ed è ex ante.

La novità che i consumatori noteranno fin da subito sarà l’aggiornamento ex-post che permetterà di tenere ben distinte le variazioni di prezzo dell’elettricità da quelle del gas.

Già a partire dalla fine del mese di settembre avverrà l’aggiornamento relativo alle tariffe dei consumi di corrente elettrica. Si tratta di un aggiornamento già previsto, ovvero di quello relativo ai consueti tre mesi.

Per l’aggiornamento delle tariffe del gas del mese di ottobre sarà necessario attendere il mese successivo. Già dai primissimi giorni di novembre sarà possibile verificare tale aggiornamento.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Secondo le indicazioni fornite da Arera, i consumatori dovranno attendere il secondo giorno lavorativo del mese che, in questo caso, corrisponde al 3 novembre.