Assunzione in Polizia, tutte le novità e il bando: ecco come candidarsi

Tempi duri per i cittadini italiani e non solo. La notizia positiva che oggi il mondo del lavoro, nonostante tutto sembra tornato ad essere vivo.

Gli ultimi mesi non sono certo stati dei migliori per i cittadini italiani. La profonda crisi che ha travolto praticamente ogni settore della nostra economia risparmiando praticamente nessuna dinamica vicina al nostro quotidiano. Per fortuna però, di recente alcuni sbocchi occupazionali sono tornati a risultare quanto più accessibili che mai grazie al bando di nuovi concorsi.

lavoro concorso pubblico
Foto © AdobeStock

Nuove assunzioni insomma in numerosi contesti del settore pubblico. La notizia era già veicolata nel corso dei mesi scorsi con l’ufficializzazione di bandi per posizioni ricercate nella pubblica amministrazione ma non solo. Anche Ferrovie dello Stato, Poste Italiane ed altri enti hanno fatto sapere di essere alla ricerca di nuovi profili da assumere su tutto il territorio nazionale. La speranza insomma di trovare il lavoro della vita è più che mai concreta per milioni di italiani.

Le posizioni ricercate riguarderebbero circa 500 unità di lavoro nella fila della Polizia di stato, in qualità di Allievi agenti. Nel caso specifico, a differenza di quanto accaduto per le  precedenti selezioni non sarà indetto alcun bando di concorso pubblico. Il tutto è spiegabile considerando quanto previsto dal Pnrr2. Una speciale proceduta autorizzata a fronte della grave crisi internazionale che in questo momento ci riguarda molto da vicino.

Assunzione in Polizia, tutte le novità e il bando: requisiti utili per la selezione

Una parte degli agenti che saranno reclutati inoltre avrà il compito di occuparsi della prevenzione e contrasto delle attività criminali e di eventuali iniziative terroristiche. Inoltre tra i compiti di quest’ultimi ci sarà il presidio delle frontiere e numerose operazioni connesse al Giubileo della chiesa cattolica in programma nel 2025.

Il reclutamento per le posizioni da ricoprire avverrà prendendo in esame i candidati risultati idonei in passato in precedenti concorsi promossi dalla stessa Polizia di Stato. Lo stesso testo integrale del Pnnr2 sancisce quanto segue: “Per reclutare le risorse da assumere si procederà allo scorrimento dell’elenco degli idonei alla prova scritta d’esame relativa al concorso per 1650 Allievi Agenti della Polizia di Stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 31 gennaio 2020. È quindi opportuno verificare di aver sostenuto questo concorso pubblico e non uno precedente o successivo”.

Tra i requisiti richiesti a coloro i quali ambiscono al reclutamento tra i nuovi 500 agenti troviamo:

  • idoneità alla prova scritta d’esame relativa al concorso per Allievi Agenti già espletato;
  • idoneità fisica, delle condizioni psicofisiche e di quelli attitudinali.

La selezione avverrà poi secondo l’ordine decrescente del voto conseguito alla prova scritta. Questo, non dovrà essere inferiore a 8,25/100. Tutti quelli che saranno ritenuti idonei saranno poi successivamente convocati d’ufficio per gli ulteriori accertamenti di natura fisica, psicofisica. Il tutto sarà escluso di diritto per coloro i quali hanno già sostenuto tali test per precedenti concorsi. Il passo successivo porterà poi i profili selezionati ad essere avviati a uno o più corsi di formazione in base a quelle che saranno le disponibilità organizzative e logistiche dei vari istituti di istruzione dell’Amministrazione della pubblica sicurezza.

Nuove opportunità insomma per centinaia di cittadini in questo caso. Posizioni aperte per assicurare un futuro migliore al nostro paese ed in questo caso, certamente anche a coloro i quali saranno dichiarati idonei a svolgere gli incarichi prefigurati.