Monete, i (veri) tesori della vecchia lira: le valutazioni più strabilianti

Nel caso specifico della vecchia lira ci troviamo spesso a verificare conclusioni effettivamente eccezionali. Esemplari unici.

Il mondo del collezionismo mondiale, negli ultimi anni ha subito una vera e propria rivoluzione capace di avvicinare a questo specifico contesto milioni e milioni di nuovi appassionati. Il tutto è avvenuto in maniera assolutamente naturale, prendendo spunto, non solo dalle emozioni degli stessi protagonisti ma anche dal processo tecnologico.

Monete lira
Adobe

Il contesto collezionistico, cosi come anticipato negli ultimi anni ha subito un processo di arricchimento assolutamente non indifferente. Nella maggior parte dei casi ci troviamo di fronte ad elementi capaci di favorire in tutto e per tutto l’accesso a nuovi appassionati. La nascita di centinaia di piattaforme dedicate a questo particolarissimo mondo ad esempio hanno offerto agli stessi nuovi utenti la possibilità di arricchire la propria conoscenza in merito e non solo.

Oggi più che mai per un appassionato collezionista è possibile attraverso il web non solo prendere coscienza di quelli che sono gli esemplari di maggior rilievo, le proprie descrizioni, valutazioni e quant’altro. Inoltre al giorno d’oggi è possibile con estrema semplicità provvedere a vendere ed acquistare esemplari attraverso operazioni private concordate sulle stesse piattaforme. In più la possibilità di partecipare ad aste on line o in presenza organizzate dagli stessi contesti web.

In linea di massima ancora oggi, tra gli esemplari maggiormente ricercati dai collezionisti di tutto il mondo troviamo quelli che fanno parte della grande famiglia della lira. Pezzi unici in alcuni casi capaci di arrivare a valutazioni assolutamente impensabili soltanto pochi anni fa. Numerose le monete, quindi, che ancora oggi possono portare ad affari molto interessanti per i collezionisti più che mai impegnati ad arricchire le proprie collezioni in giro per il pianeta.

Monete, ecco i tesori della vecchia lira: le valutazioni degli esemplari più celebri

500 lire caravelle
Foto: Web

Cosi come anticipato sono davvero molti gli esemplari della vecchia lira capaci di arrivare a valutazioni altissime. Pezzi che hanno letteralmente fatto la storia, senza dimenticare, infatti, che la lira ha accompagnato il nostro paese nel corso di tre diversi secoli. Metà ottocento, l’intero novecento ed i primissimi anni del duemila. Esemplari unici che hanno letteralmente scandito i tempi della nostra storia recente e meno recente.

Tra gli esemplari più prestigiosi della vecchia lira, anche se in questo caso specifico non parliamo di una classica moneta troviamo il gettone telefonico Stipel del 1927. In ottime condizioni di conservazione questo magnifico esemplare può arrivare a valere fino a 85 euro. Tra i pezzi pregiati troviamo poi la moneta da 1 lira definita Arancia per l’immagine che ne caratterizza uno dei due lati. In ottime condizioni questo esemplare può arrivare a valere fino a 1500 euro.

La 5 lire definita Uva sempre per il tema rappresentato, nelle sue versioni coniate nel 1946 e 1947 può arrivare a superare abbondantemente i 1200 euro di valutazione. La 5 lire definita Delfino merita invece un discorso più vasto. Gli esemplari coniati tra il 1951 ed il 1955 possono arrivare a valere circa 10 euro, quelle del 1954 arrivano a 15 euro mentre quelle del 1956 sono considerate molto rare e possono arrivare a valere anche 2000 euro.

Da citare inoltre la versione di 10 lire coniata rispettivamente negli anni 1954, 1955 e 1956. Nel primo caso, parliamo della versione definita Spiga, si arriva ad una valutazione di circa 100 euro, nel secondo massimo 20 euro mentre nel terzo parliamo di cifre altissime. In ottime condizioni la specifica versione può arrivare a valere circa 4000 euro. La moneta da 20 lire del 1956 può invece a arrivare a valere circa 300 euro.

110 euro di valutazione inoltre per la moneta da 50 lire definita Vulcano del 1956. Per la versione coniata nel 1958, invece, in perfetto stato di conservazione si può arrivare a circa 2000 euro. Nel caso della moneta da 100 lire possiamo considerare quella di maggior valore l’esemplare del 1955, valutazione infatti molto vicina ai 1000 euro. 800 euro per acquistare poi una moneta da 200 lire del 1977 considerata tra le più rare in assoluto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Valore altissimo, infine per la 500 lire d’argento coniata nel 1957, valutazione in ottimo stato di conservazione pari a circa 15mila euro. Veri e propri piccoli tesori insomma che ancora oggi infiammano la passione di milioni e milioni di collezionisti in ogni parte del mondo.