Fisco, controlli serrati su conti cointestati e pensionati: chi deve avere paura

Controlli serrati da parte del Fisco che mette nel mirino i conti correnti cointestati e i pensionati. Ecco cosa sta succedendo.

Brutte notizie per molti titolari di conto corrente cointestato e pensionati che sempre più spesso finiscono sotto la lente di ingrandimento del Fisco. Ma per quale motivo e soprattutto cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

ikea caro bolletta
Foto © AdobeStock

Tra le maggiori piaghe della nostra società, continua la lotta all’evasione fiscale. Proprio tale comportamento, d’altronde, pesa sul bilancio dello Stato e di conseguenza sulle nostre tasche, dato che con le tasse che paghiamo contribuiamo a nostra volta all’erogazione dei vari sussidi e servizi di carattere pubblico. Da qui la decisione del Fisco di mettere in campo tutta una serie di controlli, grazie ai quali poter scovare i possibili furbetti.

A tal proposito, pertanto, interesserà sapere che giungono brutte notizie per molti titolari di conto corrente cointestato e pensionati. Quest’ultimi, infatti, finiscono sempre più spesso sotto la lente di ingrandimento del Fisco. Ma per quale motivo e soprattutto cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Fisco, attenzione, controlli serrati su conti cointestati e pensionati: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come, al fine di contrastare l’evasione fiscale si assista a controlli sempre più serrati da parte dell’Agenzia delle Entrate che a tal fine si avvale anche della cosiddetta Anagrafe dei conti correnti. Proprio in tale ambito, come già detto, giungono brutte notizie per molti titolari di conto corrente cointestato e pensionati

Quest’ultimi, infatti, finiscono sempre più spesso sotto la lente di ingrandimento del Fisco. Ma per quale motivo e soprattutto cosa sta succedendo? Ebbene, come bene sappiamo il Fisco monitora attentamente i vari movimenti su conto corrente, ma anche carte di credito e bancomat, al fine di poter scoprire eventuali furbetti.

A tal proposito bisogna sapere che a finire sotto la lente di ingrandimento del Fisco sono in particolar modo i conti correnti cointestati. Quest’ultimi, infatti, vengono visti dal Fisco con sospetto, in quanto potrebbero essere utilizzati da alcuni soggetti per far transitare denaro poco lecito o comunque per commettere reati di evasione fiscale.

Se tutto questo non bastasse, risultano intensificati i controlli anche sui pensionati. Un aspetto che sa tanto di novità, in quanto fino a solamente poco tempo fa i pensionati erano quasi trascurati nell’ambito dei controlli fiscali.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questo in quanto la maggior parte delle forze è sempre stata impiegata nella lotta all’evasione fiscale di imprenditori e liberi professionisti. Ultimamente, però, si registra un aumento del raggio di azione del Fisco. Quest’ultimo, d’altronde, ormai controlla tutti, pronto a contrastare l’evasione fiscale, che ancora oggi continua a gravare sulla nostra società.