Sbanca il Jackpot e si dimentica dei figli: non la passa liscia

Questa è la storia dell’avidità di un neomilionario che ha vinto 3 milioni alla lotteria, ma ha perso la cosa più importante: la famiglia.

Alex Robertson, un autista scozzese, ha vinto tre milioni di sterline ad una lotteria pan-europea. Il fatto risale al 2012, quando l’autista di Glasgow ha giocato e vinto al EuroMillions, una delle più famose lotterie pan-europea.

milionario lotteria
adobe

Il premio ammontava a 38 milioni di sterline, ma poiché Alex aveva giocato insieme ad altri 12 autisti del suo sindacato, ha dovuto ripartire la vincita. Nonostante la divisione, il premio individuale è una cifra di tutto rispetto: 3 milioni di sterline.

Inizialmente Alex Robertson aveva affermato che avrebbe utilizzato la vincita per aiutare la sua famiglia e realizzare il sogno di sua madre di 78 anni: vedere suo fratello gemello che vive in Australia.

Purtroppo però le promesse si sono rivelate inaffidabili e per Alex le cose sono cominciate a peggiorare.

L’avidità di un neomilionario

Diventare milionario è il sogno di milioni di persone e talvolta per alcuni diventa realtà. È questo il caso di Alex Robertson, l’autista scozzese che ha vinto una cifra pari a 3,5 milioni di euro. Purtroppo, però, come spesso accade, queste significative vincite economiche si trasformano in una vera e propria ondata di sfortuna.

Il neomiliardario scozzese, infatti, ha dovuto fare i conti con le pretese della famiglia e dei figli che, per vendetta, gli hanno anche distrutto l’auto a martellate.

Non si conoscono le motivazioni per le quali le promesse fatte da Alex, all’indomani della vincita milionaria, non siano state mantenute. Quel che è certo è che questa nuova decisione ha mandato su tutte le furie i suoi figli, William e Alex Jr.

La situazione è diventata insostenibile con costanti liti e molestie, tanto da spingere Alex a denunciare i figli. A quanto pare i due giovani avrebbero anche inviato messaggi minatori e insistenti al padre.

Secondo le testimonianze pare che l’autista scozzese avesse omaggiato i figli con un regalo di 200 sigarette. Questo gesto avrebbe ulteriormente esasperato i giovani figli che, per vendetta, hanno deciso di distruggere l’auto del padre a martellate.

Dopo aver commesso l’atto vandalico e violento, i ragazzi si sono auto-denunciati alla polizia dove hanno dichiarato che la vincita milionaria del padre sarebbe stata un’autentica sfortuna “che ha distrutto la famiglia”.