Bonus trasporti, scatta il click day: è ora di inoltrare domanda

Il Bonus trasporti è richiedibile da oggi, giovedì 1° settembre. Vediamo come inoltrare la domanda e chi può richiederlo.

Oggi è il click day, il giorno che dà il via alle richieste del Bonus trasporti per risparmiare sull’acquisto di abbonamenti mensili o annuali.

Bonus trasporti
Adobe Stock

Il Governo ha ideato un sostegno economico per lavoratori e studenti che si spostano abitualmente utilizzando i mezzi pubblici. La misura prende il nome di Bonus trasporti e permette di risparmiare sul costo di un abbonamento mensile o annuale. Da oggi, 1° settembre, la domanda di accesso all’agevolazione può essere inoltrata online. Il termine ultimo per l’invio della richiesta è il 31 dicembre 2022. Sono stati stanziati 180 milioni di euro a sostegno della misura che si presenta come un buono da spendere direttamente in biglietteria. Sarà il gestore del servizio a verificare la validità del buono accedendo alla piattaforma attivata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per poi permetterne l’utilizzo. Ma vediamo nei dettagli a chi si rivolge il Bonus e come richiederlo.

Bonus trasporti, come funziona l’agevolazione

Il Bonus trasporti può essere richiesto dalle persone fisiche che nel 2021 hanno percepito un reddito inferiore a 35 mila euro e intendono sottoscrivere un abbonamento ai mezzi pubblici. La misura può essere richiesta per sé oppure per un minore a carico. L’importo massimo erogato è di 60 euro e la cifra esatta dipenderà dal costo dell’abbonamento che si intende acquistare. Nello specifico, la normativa prevede che il buono possa essere speso per acquistare un abbonamento per il servizio di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale nonché per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. Sono esclusi i servizi di prima classe, business, executive, club executive, premium, salotto, business salottino e working area.

Il Bonus non è cedibile a terzi ed è nominativo. Non concorre al calcolo dell’ISEE e per richiederlo occorrerà accedere alla piattaforma attivata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (bonustrasporti.lavoro.gov.it). Indispensabile il possesso di credenziali digitali come SPID, CIE o CNS. Modalità di richiesta alternative non sono, infatti, previste.

Altre indicazioni sulla richiesta della misura

Durante la compilazione della domanda il richiedente dovrà indicare il gestore del servizio di trasporti a cui si rivolgerà per la sottoscrizione dell’abbonamento mensile o annuale. Una volta ottenuto il buono dovrà essere speso entro il mese solare di emissione ma l’abbonamento potrà iniziare la validità anche in un mese successivo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

È possibile richiedere un solo buono nel mese corrente e non è necessario presentare l’ISEE ma solo un’autocertificazione in cui si dichiara di soddisfare il requisito reddituale (basterà spuntare una casella nel form online). Dato che l’erogazione del Bonus Trasporti seguirà un sistema di coda automatico è bene inviare la domanda il prima possibile per approfittare della copertura del 100% dei costi dell’abbonamento. Non rientrando nell’agevolazione ci si dovrà accontentare della detrazione del 19% su una spesa massima di 250 euro.