Merendine contaminate: nuove segnalazioni dal Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha comunicato nuove segnalazioni e ordinato il ritiro di merendine contaminate dagli scaffali dei supermercati.

Le istituzioni hanno diramato uno nuovo allarme alimentare per la presenza di merendine contaminate e per le quali si è disposto il ritiro dagli scaffali dei supermercati. Il richiamo è avvenuto in seguito ad una segnalazione del Ministero della Salute.

Merendine contaminate
Adobe stock

Le merendine contaminate sono quelli a marchio Coop.  Il Ministero della Salute invita i consumatori a prestare particolare attenzione ai fagottini cereali antichi con mirtillo. A quanto pare, in seguito ad alcune analisi si sarebbe individuata la presenza di corpi estranei che potrebbero essere rischiosi per la salute dei consumatori.

Nella nota del Ministero si legge che il richiamo è stato eseguito in via precauzionale e non è accertabile, fino a quando non sarà compiuta un’opportuna analisi sulla merce ritirata dagli scaffali.

Merendine contaminate: attenzione a questo marchio

Il Ministero della Salute ha diramato una nota relativa alle merendine fagottini cereali antichi con mirtillo a marchio Coop. A quanto pare, la merce in questione presenterebbe dei corpi estranei, la cui natura è ancora ignota.

I lotti incriminati sono quelli relativi alla produzione con data 26 agosto 2022. In ogni caso, il richiamo indetto dal Ministero della Salute riguarda tutti fagottini prodotti da Coop Alleanza 3.0. La merce in questione è prodotta nello stabilimento di via Villanova 29/7 a Villanova di Castenaso, in provincia di Bologna.

Le istituzioni fanno sapere che i consumatori, che hanno già acquistato il prodotto, devono immediatamente consegnarlo al punto vendita. Secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, il cliente ha diritto al i supermercati cambio della merce o al rimborso totale dell’importo speso.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I supermercati dovranno informare i propri clienti del rischio relativo all’aquisto del prodotto, affliggendo cartelloni o avvisi all’interno dei punti vendita e sugli scaffali.