Finanziamento con carta Bancomat: una grande opportunità che devi assolutamente conoscere

Molte persone non sanno che è possibile ottenere un finanziamento con carta Bancomat e ricevere un prestito personale.

Chi è in possesso di una carta Bancomat può richiedere un finanziamento, ottenendo in questo modo una somma di denaro da utilizzare per le proprie esigenze di liquidità.

Finanziamento con carta Bancomat
Adobe stock

Generalmente per ottenere una somma di denaro in prestito da un istituto di credito è necessario fornire tutta una serie di informazioni. Lo scopo è quello di raccogliere indicazioni relativi all’effettive capacità di restituire la somma di denaro da parte del debitore.

Tra le informazioni richieste dall’istituto finanziario ci sono i dati anagrafici del richiedente, il codice fiscale, il codice IBAN del proprio conto corrente e la motivazione della richiesta.

Una volta che l’istituto di credito avrà ottenuto queste informazioni sarà in grado di capire l’affidabilità del cliente.

In base a tale valutazione, l’istituto di credito deciderà se erogare o meno il finanziamento.

Insomma, i tempi per ottenere un finanziamento possono essere più o meno lunghi. Nella maggior parte dei casi l’attesa dipende anche dalla somma di denaro richiesta a titolo di credito. Invece, chi preferisce avere un finanziamento istantaneo, può optare per una valida alternativa.

Finanziamento con carta Bancomat: come si fa?

La carta Bancomat altro non è che una carta di debito. Questo strumento di pagamento è particolarmente sofisticato e si è evoluto tanto da essere uno dei più utilizzati dai clienti. Per utilizzare una carta di debito occorre avere un deposito di denaro sul proprio conto corrente.

In questo modo, è possibile utilizzare la tessera per effettuare prelievi presso gli sportelli ATM, fare acquisti on-line o presso gli esercenti commerciali.

In sostanza, la carta Bancomat è uno strumento che permette di eseguire diverse funzioni. La sua completezza è tale che permette di ricevere anche una somma di denaro a titolo di finanziamento a tasso zero.

In tal caso, non si tratta di un classico finanziamento, bensì di una dilazione di pagamento che permette di effettuare acquisti pagando a rate. Per poter accedere a questa forma di finanziamento occorre eseguire una procedura che richiede poco tempo. Potremmo definire il finanziamento con carta Bancomat una delle forme di credito più veloci.

Per beneficiare di quest’opportunità è necessario essere in possesso di una carta che consenta di ottenere un finanziamento: non tutti gli strumenti lo permettono. Tuttavia, per poter attivare la dilazione di pagamento occorre che l’esercente commerciale abbia sottoscritto gli accordi necessari.

Pertanto, prima di effettuare un acquisto, anche online, è opportuno che il cliente verifichi che il negozio accetti questa modalità di pagamento. Di fatto, ogni commerciante può decidere se aderire o meno all’iniziativa e può stabilire quali sono gli importi ammessi e il numero di rate a cui è possibile accedere.

Nel caso in cui tutti i parametri appena elencati siano soddisfatti, è possibile procedere all’acquisto utilizzando la carta di debito, consegnando il proprio codice fiscale e un documento d’identità.

Il sistema, nel giro di brevissimo tempo, darà il responso della richiesta comunicando l’esito positivo o negativo.

Finanziamento senza busta paga

Generalmente per ottenere una somma di denaro a titolo di finanziamento è necessario presentare la propria busta paga. In tal modo, cliente dimostra di essere in grado di restituire la somma di denaro ricevuta in prestito.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Si tratta di una certificazione di reddito necessaria nella maggior parte dei casi, ma questa regola non vale per il finanziamento con carta Bancomat. In questo caso, infatti, la presenza di un conto corrente offre le garanzie di cui ha bisogno l’istituto di credito. Per questo motivo, è sufficiente un controllo dei dati bancari e del conto corrente per dare accesso al credito.