Bonus Caldaia 2022, più agevolazioni in una: cambiare conviene

Adeguamento energetico, uguale agevolazione fiscale. Il concetto vale anche per il Bonus Caldaia e le sue quattro varianti.

 

Non un’agevolazione ma una serie di bonus convogliati in uno solo. Il che, se da un lato diversifica il ventaglio dell’offerta, dall’altro rende decisamente conveniente percorrerne la strada.

Bonus caldaia
Foto © AdobeStock

Il Bonus Caldaia 2022, erogato dall’Agenzia delle Entrate, consente l’accesso a una serie di agevolazioni fiscali di entità differenti, valide fino al 31 dicembre 2022. Il tutto se il contribuente procederà alla sostituzione di vecchi impianti con caldaie a condensazione di classe A o superiore. In pratica, il Bonus sarà valido esclusivamente in luogo dell’impianto di caldaie ad alta efficienza energetica. Il che, del resto, è quanto viene ormai previsto per quel che riguarda gli impianti domestici. L’efficientamento energetico, infatti, fa parte di una strategia precisa, volta al risparmio sui consumi e, nondimeno, alla riduzione delle emissioni. Per questo il Bonus Caldaia diventa decisamente appetibile a fronte della necessità di una sostituzione.

Una situazione che potrebbe non riguardare solamente il danneggiamento di un impianto ma anche il semplice aggiornamento a fronte di una caldaia in casa non adeguata ai nuovi standard. L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione la possibilità di una detrazione fiscale solo a chi possiede un diritto reale sulla proprietà immobiliare coinvolta. Gli incentivi possono quindi essere richiesti su un unico immobile, oppure a fronte di una richiesta di accatastamento già avviata. A patto che il pagamento degli eventuali tributi risulti regolare. Al momento, la normativa vigente è basata su quattro diverse tipologie di agevolazione, una legata all’Ecobonus, che prevede una detrazione del 65%. Le altre tre al Conto Termico (sempre 65%), al Bonus ristrutturazioni (50%) e al SuperBonus 110%.

Bonus Caldaia, le quattro varianti: qual è il beneficio migliore

È bene ricordare che i vari benefici fiscali non potranno essere cumulabili fra loro. Il che significa la necessità di una valutazione singola del Bonus Caldaia, per capire quale sia la variante più conveniente o, quantomeno, più adatta alle nostre esigenze. Per quanto riguarda la detraibilità delle spese, potranno essere ritenute valide quelle relative ai costi sostenuti per l’impianto, gli accessori e anche per gli eventuali costi di progettazione. Nel pacchetto possono essere inserite anche le spese per le perizie, la relazione di conformità dei lavori, l’imposta di bollo e quant’altro (Iva compresa). Chiaramente, ogni richiesta è subordinata alla presentazione di documentazione specifica.

Il concetto base è sempre legato alla modifica degli standard energetici della propria abitazione. Per questo il Bonus Caldaia sarà concesso solo a coloro che acquistano un impianto a condensazione di classe A o superiore, perché la spesa sarebbe connessa a una riqualificazione energetica. La pratica per l’agevolazione fiscale dev’essere presentata all’Enea tramite il portale dedicato, specificando quali siano le spese sostenute e le caratteristiche della caldaia installata. Al fine del buon esito della domanda, tutte le spese dovranno esser state sostenute in modo tracciabile, con importo massimo di 30 mila euro. In caso di documentazione mancante o non conforme, il rischio di perdere l’agevolazione sarebbe concreto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il plico documentale dovrà essere consegnato a un consulente fiscale abilitato entro il termine richiesto. Questo vale per tutte le casistiche nelle quali il bonus può essere richiesto. Starà poi al contribuente valutare in quale categoria rientrare, a seconda delle eventuali spese correlate. La sostituzione della caldaia, ad esempio, può essere inserita nel quadro di un intervento per un cappotto termico all’edificio. Nel qual caso, potrebbe essere connessa al Superbonus.