Monete, i tesori della vecchia lira: il taglio da 50 può valere uno stipendio

Una delle monete che ha fatto la storia del nostro paese. La vecchia lira e le sue eterne meraviglie. Collezionisti impazziti.

Una delle storie più belle che il nostro passato può raccontarci. Un legame indissolubile, una immagine sempre presente nella testa e nel cuore degli italiani. Oggi più che mai quella fotografia mai sbiadita riprende vigore nelle intenzioni entusiaste dei collezionisti di tutto il mondo. Oggi più che mai insomma, la vecchia lira rappresenta nient’altro che il presente.

Monete lira
Adobe

La vecchia lira, oggi più che mai fa sentire la sua mancanza. Molti italiani ancora rimpiangono il candore in un certo senso delle immagini che quella moneta rievoca. I colori, i toni di una Italia completamente diversa che aveva altri sogni, altre ambizioni. Oggi più che mai insomma la vecchia lira manca al nostro paese in quanto testimonianza di un’altra epoca dove le cose forse andavano diversamente e tutto sembrava potesse prendere un’altra direzione.

Oggi, il presente ci dice tutt’altro, l’euro, la crisi ed un paese che non è più lo stesso. Ai nosrtri giorni, più che mai quelle certezze che gli italiani provano a cercare sono irraggiungibili e quell’immagine ricercata nella mente appare in genere sempre più sbiadita. Per fortuna però, è il caso di dirlo, che c’è il collezionismo. Grazie alle dinamiche da esso innescate infatti la vecchia lira ritorna, più viva che mai, alla ricerca di una nuova vita, una nuova identità.

Di questi tempi infatti, grazie alla rete, all’infinità delle possibilità offerte, il mondo del collezionismo sembra essere passato a nuova vita. Portali dedicati alle monete, a specifiche monete, a specifici tagli. Informazioni letteralmente infinite da recepire, la possibilità concreta di effettuare acquisti e cessioni di esemplari. Partecipare ad aste on line, in piena e totale sicurezza. Uno scenario insomma capace di far innamorare sempre più persone e di conseguenza infoltire le schiere degli appassionati sempre più numerosi in quello che è il mondo dorato del collezionismo.

Monete, i tesori della vecchia lira: la 50 lire Vulcano e la sua incredibile valutazione

quanto valgono
fonte numismatica-italiana.lamoneta.it

Tra gli esemplari di moneta che più di tutte ha forse fatto appassionare gli italiani, affezionare anche, perchè no, c’è senza dubbio quella da 50 lire definita Vulcano. La lira ha accompagnato il nostro paese lungo ben tre diversi secoli. Fine ottocento, tutto il novecento ed inizio duemila. Una moneta che ha insomma fatto da spalla, se cosi si può dire alle avversità di quei tempi alla nostra Italia. Guerra, dittatura, povertà diffusa, ripresa economica.

All’indomani del secondo dopoguerra, con l’avvento della Repubblica, il nostro paese avvia una vera e propria rivoluzione per quel che riguarda i vari tagli di moneta e chiaramente le relative produzioni. Uno dei tagli di maggior successo, popolare e non solo è certamente quello da 50 lire. Nello specifico possiamo parlare di una moneta prodotta tra il 1954 ed il 1989. Protagonista su una delle due facciate è il dio Vulcano intento a battere su una incudine, da qui la denominazione “Vulcano”.

Presenti inoltre tra le due facciate della moneta, valore nominale, simbolo della Zecca e rappresentazione simbolica del nostro paese. Tra gli esemplari coniati proprio nel 1954 in alcuni casi si potrebbe arrivare ad una valutazione di circa 300 euro se l’esemplare mantiene ancora ottime condizioni di conservazione. Esemplari coniati nel 1958 possono invece arrivare all’incredibile valutazione, sempre mantenuti in ottime condizioni di conservazione di circa 1000 euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Discorso a parte meritano poi le monete di prova coniate nei primi anni di produzione dello steso esemplare. Parliamo di veri e propri esperimenti insomma prodotti per comprendere come realizzare al meglio l’esemplare in questione. In quel caso, parlando sempre di monete in ottime condizioni di conservazione possiamo ritrovarci di fronte valutazioni anche superiori ai 1000 euro. Valutazioni spesso definite incredibili certo, ma pienamente rispondenti alle logiche di quel mercato che infiamma ancora oggi i collezionisti di tutto il mondo.