La spia non si spegne? Con questo trucco si risparmia il meccanico

A fronte di una spia ostinata, che resta accesa anche dopo aver risolto il guasto all’auto, esiste uno strumento risolutore. Dal prezzo contenuto.

 

Difficile accostare il termine “spia” a una connotazione positiva. Persino nei casi in cui, in teoria, andrebbe visto sotto un’ottica più generosa. Le cosiddette spie del cruscotto della nostra auto ne sono la prova.

Spia auto trucco
Foto © AdobeStock

Il loro compito è quello di avvisarci in caso di problematiche riscontrate dal sistema di sicurezza del nostro veicolo. Eppure, il nostro primo pensiero è sovente il corrispettivo del danno in termini di spesa. E quindi, la povera spia sarebbe latrice di smorfie piuttosto che di gratitudine. Al netto delle esagerazioni, però, è chiaro che gli indicatori luminosi posti sul cruscotto rappresentano uno strumento indubbiamente utile per determinare lo stato di salute della nostra vettura. È anche vero, però, che alcuni di questi tendono a spaventarci più di altri. Anche perché non è detto che siano legati a particolari problemi. In alcune occasioni, infatti, nonostante sia stato effettuato un intervento risolutivo, la spia continua a restare accesa.

Un grattacapo non da poco. Andare ogni volta dal meccanico non è possibile, lasciarsi condizionare dalla possibile presenza di un problema nemmeno. Chiaramente andrà prima appurato che non vi sia qualcosa sotto ma, se il segnale dovesse restare acceso, è probabile che vi sia una questione elettronica a stimolarne la luminosità. Questo avviene, in particolare, per la spia che segnala un’avaria o un guasto al motore, quella il cui aspetto ricorda vagamente un rubinetto. Solitamente la sua accensione segnala un problema al sistema di avviamento ma potrebbe significare guasti al sistema di iniezione o allo scarico. Guai comunque risolvibili rapidamente dal meccanico. Ma cosa fare quando non si spegne?

La spia non si spegne: ecco come stare tranquilli senza spendere un centesimo

Qualora fossimo sicuri al 100% del corretto funzionamento del motore, più che tornare nuovamente dal meccanico potrebbe essere utile applicare uno stratagemma. Nello specifico, quello di spegnere la spia. Una parola, si potrebbe pensare. In realtà la soluzione c’è, anche se andrebbe sostenuta da uno strumento esterno rispetto al veicolo. Si tratta del cosiddetto scanner di bordo, o On-Board Diagnostic, acquistabile a prezzi contenuti anche su Amazon (non più di 20 euro). Altrimenti, potremmo chiedere a un nostro amico di prestarci il suo, visto che l’operazione richiederebbe veramente poco tempo. Il dispositivo andrà collegato al connettore sotto la colonna dello sterzo, tramite un attacco simile a quello USB.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Fatto questo, non resterà che azionarlo, ponendo la chiavetta su “on”. Dopo aver acceso le luci del cruscotto e spenti gli accessori, basterà premere su “Read”, che permetterà di visionare un display relativo ai codici collegati a ognuna delle spie della nostra auto. Dopo aver premuto sul pulsante “Azzera”, oppure “Erase” (dopo aver opportunamente segnato i vari codici per sapere esattamente a cosa corrisponde quello di nostro interesse), la spia ostinata dovrebbe finalmente spegnersi. Chiaramente, a fronte di una spesa minima, ci si potrebbe garantire un bel risparmio rispetto a un intervento diretto da parte del meccanico. Chiaro, prima di utilizzarlo andrà sempre verificato che non si tratti di un reale problema. Il consiglio è sempre lo stesso: mai agire con leggerezza.