Isee minorenni, non immaginate quanto sia importante: come richiederlo

Questo è uno dei modelli di ISEE che può essere richiesto dai contribuenti per accedere ai bonus previsti dal governo.

Il termine ISEE sta ad indicare l’indicatore della situazione economica equivalente. Il suo compito è quello di fornire una panoramica completa sul patrimonio di tutto il nucleo familiare.

come richiedere isee minorenni
foto adobe

E’ un documento di reddito fondamentale per i contribuenti, poiché permette di richiedere e accedere a molti bonus. E’ possibile richiedere anche l’ISEE minorenni, che si rivolge ai figli di genitori che non sono sposati e non convivono più insieme.

In cosa consiste l’ISEE minorenni

L’ISEE minorenni nasce dalla necessità di monitorare la situazione economica e patrimoniale di un minore, laddove questo vive con uno solo dei genitori. E’ importante precisare che, qualora il nucleo familiare sia tradizionale, con il figlio che  vive con entrambi i genitori, farà fede l’ISEE ordinario presentato dai genitori. Con l’ISEE minorenni, si vuole verificare quanto l’assenza di uno dei due genitori incide nel nucleo familiare. Inoltre, è importante precisare che, quando una coppia seppur separata continua ad abitare nella stessa casa, viene considerata parte dello stesso nucleo familiare ai fini del calcolo ISEE. L’unico modo per dare vita a due ISEE differenti è quello di cambiare residenza e spostarsi in un’altra casa.

Come richiedere l’ISEE minorenni

Per richiedere l’ISEE minorenni, come per quello ordinario, bisogna rivolgersi al Caf o al patronato, che sono gli enti abilitati alla compilazione. Si può procedere anche in autonomia, confermando quanto già inserito in automatico, entrando nell’area riservata sul sito istituzionale dell’Inps con i propri dati di accesso. Inoltre, per poterlo richiedere, è fondamentale presentare la DSU. La dichiarazione sostitutiva unica può essere presentata sia tramite l’area riservata dal sito Inps che recandosi negli uffici del Comune di residenza. In questa dichiarazione sono presenti sia i dati anagrafici che reddituali del contribuente, insieme alle informazioni recuperate tramite l’Inps e l’Agenzia delle Entrate.

Entro quanto tempo va presentata la dichiarazione ISEE

Solitamente, il calcolo dell’ISEE avviene entro il 31 dicembre dell’anno in corso, o al massimo nel mese di gennaio dell’anno successivo. I tempi di lavorazione da parte dell’Inps sono molto rapidi, nel giro di una settimana al massimo 10 giorni e si potrà avere il documento. Per accorciare i tempi di attesa, è importante fornire tutta la documentazione richiesta in fase di presentazione. Oltre ai documenti reddituali e anagrafici, è fondamentale fornire anche le giacenze medie di tutti i conti correnti intestati. Alcune banche la rilasciano direttamente dall’area riservata, in caso di conto corrente postale bisogna recarsi direttamente nell’ufficio di Poste Italiane.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base