Rottamazione cartelle esattoriali: ancora pochi giorni per saldare le rate, attenzione

Ci sono ancora pochi giorni per permettere ai contribuenti di aderire alla rottamazione ter e risanare la situazione con il fisco.

Il 31 luglio 2022 è una data importante per i contribuenti. Infatti, fissa la scadenza per  aderire alla rottamazione ter delle cartelle esattoriali.

saldare i debiti con il fisco
foto adobe

Questa soluzione permette il saldo e stralcio delle rate arretrate con il fisco. Ma, come ogni scadenza per la pace fiscale, al termine ultimo stabilito saranno aggiunti cinque giorni di tolleranza. Dunque la data ultima da cerchiare sul calendario è quella dell’8 agosto 2022. Chi non dovesse saldare entro questa data perderà la possibilità di rottamare i propri debiti con l’Agenzia delle Entrate.

Come è stato stabilito il nuovo calendario

Il nuovo calendario per la rottamazione ter è stato introdotto con il decreto sostegni ter. Con l’entrata in vigore della norma si è data la possibilità di essere ammessi alla rottamazione ter anche ai contribuenti che alla data del 9 dicembre 2021 non avevano corrisposto le rate dovute negli anni 2020 e 2021. Ecco che è arrivata una proroga anche per loro. Per usufruire di questa nuova pace fiscale, i contribuenti dovranno saldare le rate del 2021. Solitamente il fisco predispone quattro scadenze in un anno: il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre. Come anticipato, il termine ultimo considerando anche i cinque giorni di proroga, non dovrà superare la data dell’8 agosto 2022.

Come recuperare i bollettini per il pagamento

Per saldare la propria posizione con il fisco si potranno utilizzare i bollettini che sono già stati recapitati dall’Agenzia delle Entrate. Il contribuente, laddove questi non siano stati recapitati o nel frattempo li avesse smarriti, potrà recuperarli direttamente da internet. Per farlo bisognerà collegarsi al sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate ed accedere alla propria area riservata.

Come fare il pagamento al fisco

Il pagamento potrà essere effettuato in diversi modi. Direttamente online tramite l’internet banking e utilizzando l’applicazione Equiclik. Oppure recandosi di personale presso gli sportelli bancari e postali. In alternativa, ci si potrà rivolgere alle tabaccherie abilitate con banca 5 Spa oppure tramite i circuiti Sisal e Lottomatica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le prossime scadenze fiscali

Il termine ultimo per sfruttare la pace fiscale per quest’anno è il 30 novembre 2022. Entro questa data dovranno essere corrisposte le rate del 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre del 2022. Anche in questo caso, il termine ultimo verrà prorogato di altri cinque giorni. Questo posticipa la data ultima di scadenza per 5 dicembre del 2022. Entro questa data i contribuenti potranno saldare la propria situazione debitoria con il fisco. Qualora, entro questa data non si riesce a saldare, purtroppo il contribuente non potrà più sfruttare questa opportunità.