Acqua del rubinetto, ci si può fidare? Lo studio che spiazza, e fa paura

In Italia ci si può fidare dell’acqua del rubinetto? Cosa contiene? Ecco cosa è emerso da un recente studio.

Un recente studio ha posto l’attenzione sulle caratteristiche dell’acqua del rubinetto e sul fatto se ci si possa o meno fidare. Ecco cosa è emerso e tutto quello che c’è da sapere in merito.

acqua rubinetto
Foto © AdobeStock

Pasta, pane, carne, frutta, verdura e chi più ne ha più ne metta. Tanti e diversi sono gli alimenti attraverso cui imbandiamo le nostro tavole e che ci aiutano ad avere le fonti nutritive necessarie per il nostro benessere psico – fisico. Tra le sostanze che non possono assolutamente mancare, poi, si annovera indubbiamente l’acqua.

Proprio quest’ultima, d’altronde, ci permette di restare in forma, eliminando ad esempio le tossine, purificando l’organismo e aiutando la digestione. Non tutta l’acqua, però, è uguale e a tal proposito sono in molti a chiedersi se ci si possa o meno fidare dell’acqua del rubinetto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Acqua del rubinetto, ci si può fidare? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere assieme come sia importante prestare attenzione alle caratteristiche dell’acqua in bottiglia che acquistiamo al supermercato e come fare a capire quali sono le migliori. Sempre a proposito di acqua, inoltre, sono in molti a chiedersi se ci si possa o meno fidare dell’acqua del rubinetto.

Ebbene, in base agli ultimi studi in merito l’acqua del rubinetto è salutare e in Italia non ci sono rischi di alcun genere. Entrando nei dettagli è bene sapere che l’acqua potabile proviene per l’85% da acque sotterranee che sono più protette rispetto a quelle superficiali. Ma non solo, l’acqua è sempre sottoposta a sistemi di controllo da parte delle Autorità sanitarie e competenti.

In particolare, come riportato da ilfattoalimentare.it, la percentuale di campioni che risultano conformi ai limiti di legge per i controlli ordinari è superiore al 99%. Le poche irregolarità riscontrate, poi, non comportano rischi per la salute.  Sempre in tale ambito, inoltre, è bene ricordare che se si sono registrati problemi, quest’ultimi hanno sempre riguardato aree circoscritte.

Si tratta, comunque, di casi davvero molto rari. Nonostante l’acqua del rubinetto nel nostro Paese sia sicura, però, sembra che gli italiani ancora non si fidino.  Stando a quanto si evince da un’indagine Istat, infatti, la maggior parte preferisce bere l’acqua in bottiglia rispetto a quella del rubinetto.

Impostazioni privacy