ISEE 2022: quanto costa e come si richiede, un documento fondamentale

Le modalità che si possono utilizzare per la richiesta di questa attestazione sono diverse. Da questo dipende anche il costo.

L’ISEE 2022 (indicatore situazione economica equivalente) è uno dei documenti maggiormente richiesti in questo periodo. Si deve rinnovare ogni anno e fa il quadro complessivo del reddito posseduto dal nucleo familiare.

foto adobe

Inoltre, oggi è documento fondamentale per poter presentare le domande di bonus e accedere alle varie agevolazioni. Per poterlo richiedere basta rivolgersi al Caf o agli studi di commercialisti. Chiunque gestisce la dichiarazione dei redditi della famiglia. Si può scegliere anche la compilazione automatica accedendo direttamente all’area riservata Inps.

Quanto costa fare l’ISEE

In base alla modalità che si decide di utilizzare per richiedere il modello ISEE questo può avere un costo diverso. Se si decide di rivolgersi ad un Caf non è previsto alcun costo. Bisognerà solo portare la documentazione necessaria richiesta che nel giro di qualche giorno sarà disponibile. Stessa cosa vale per gli uffici di patronato. Qualora si dovesse decidere di affidarsi a studi di commercialisti o consulenti del lavoro, potrebbero esserci il costo aggiuntivo della loro parcella. Questo ovviamente andrà concordato prima. Come anticipato, esiste anche la compilazione direttamente dal sito Inps, accedendo all’area riservata con lo spid. Anche in questo caso sarà completamente gratuito.

Quanto tempo ci vuole per averlo

I tempi di attesa sono davvero molto brevi. Una volta presentata tutta la documentazione necessaria, l’Inps elabora i dati in un massimo di 10 giorni lavorativi. Ad incidere potrebbe essere anche la mole di lavoro in quel momento. Spesso i tempi di attesa si riducono a 5/6giorni lavorativi. In sostanza più il tempo per raccogliere la documentazione da presentare che quanto serve all’Inps per elaborare i dati.

La documentazione necessaria per la presentazione

Per la richiesta di un modello ISEE è necessario presentare una serie di documenti a partire da carta d’identità e codice fiscale, sia del richiedente che di tutti i componenti del nucleo familiare. Ultima dichiarazione dei redditi, ad esempio Cud e 730 se si tratta di un lavoratore dipendente e modello unico per gli autonomi. Saldo e giacenza media del conto corrente di tutti i componenti del nucleo familiare. E’ possibile scaricarli dall’area riservata della propria banca. Solo in caso di conto corrente postale è necessario recarsi di persona all’ufficio postale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I documenti attestanti il patrimonio immobiliare

Oltre ai documenti di reddito è necessario esibire anche la documentazione che attesta il patrimonio immobiliare. E’ quindi necessario fornire il contratto di affitto, se si vive in affitto oppure i documenti che attestano il patrimonio immobiliare in caso si possiede una o più case di proprietà. La targa di auto, moto o navi. Eventuali titoli di risparmio, da produrre sempre per tutti i componenti del nucleo familiare. Laddove nel nucleo familiare fosse presente un disabile è necessario esibire anche la documentazione relativa alla sua disabilità ed eventuali spese mediche sostenute.