Rottamazione, saldo e stralcio: ultima chiamata, la scadenza è vicinissima

Rottamazione e saldo e stralcio, occhio alla data! C’è ancora poco tempo a disposizione per effettuare i pagamenti.

Coloro che devono pagare le rate di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle hanno ancora poco tempo a disposizione. Ma qual è la data da segnare sul calendario? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

rottamazione cartelle esattoriali
Foto © AdobeStock

Ormai da oltre due anni ci ritroviamo a dover fare i conti con tutta una serie di eventi che hanno un impatto non indifferente sulle nostre vite dal punto di vista sia delle relazioni sociali che economiche. Riuscire a sostenere le varie spese risulta sempre più difficile, se tutto questo non bastasse sono in molti a temere di dover fare i conti con le ripercussioni derivanti da alcuni debiti pregressi con il Fisco.

Proprio in tale ambito abbiamo già avuto modo di vedere assieme come nel corso del 2022 sia possibile richiedere la rateizzazione del pagamento delle cartelle esattoriali. A tal proposito, inoltre, si invitano coloro che devono pagare le rate di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle ad affrettarsi. Questo in quanto hanno ancora poco tempo a disposizione. Ma qual è la data da segnare sul calendario? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Rottamazione e saldo e stralcio, c’è ancora poco tempo a disposizione: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, coloro che devono pagare le rate di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle è meglio che si affrettino. Questo in quanto hanno ancora poco tempo a disposizione. Ma qual è la data da segnare sul calendario?

Ebbene si tratta del 31 luglio. Proprio questo, infatti, è il termine ultimo per  pagare le rate di rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle. Come accade per ogni scadenza della pace fiscale, comunque, è bene sapere che vengono presi in considerazione i cinque giorni di tolleranza. Questo vuol dire che a conti fatti la data da segnare sul calendario è quella dell’8 agosto.

Entrando nei dettagli ricordiamo che la scadenza fissata alla fine del mese in corso è rivolta ai contribuenti che sono rimasti indietro con il pagamento delle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio del 2021. Dovranno quindi effettuare il pagamento coloro alle prese con rate la cui scadenza originaria era fissata al 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre 2021.

Per poter effettuare i pagamenti in questione, quindi, i soggetti interessati devono utilizzare i bollettini già inviati dall’Agenzia delle Entrate Riscossione. Diverse le modalità di pagamento disponibili, come ad esempio internet banking, oppure presso uffici postali o rivolgendosi alla propria banca di riferimento.

Ma non solo, anche  tabaccherie,  circuito Sisal e Lottomatica, sportelli ATM abilitati al servizio oppure attraverso l’App Equiclick o PagoPa. A prescindere dalla modalità di pagamento preferita è bene affrettarsi e ricordarsi di effettuare i pagamenti in tempo, in modo tale da non perdere i benefici della pace fiscale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base