Bonus donna: in arrivo 6.000 euro che faranno felici molte italiane

Il bonus donna è un beneficio del valore di 6000 euro l’anno che può essere ottenuto presentando una semplice domanda.

Il bonus donna 2022 è uno dei tanti aiuti che il Governo ha messo a disposizione di alcune categorie di cittadini. L’agevolazione è rivolta alle donne lavoratrici.

bonus donna
Adobe stock

In questo periodo, stiamo assistendo ad una forte crisi economica. Per tale ragione, numerose famiglie italiane sono in difficoltà a causa dell’erosione degli stipendi dovuta al tasso di inflazione. Come se non bastasse, a peggiorare la situazione, è intervenuto anche il caro energia, con l’aumento delle tariffe di luce e gas, il caro benzina e l’aumento dei costi dei generi di prima necessità.

La situazione è davvero critica ed è necessario supportare le famiglie che hanno le maggiori difficoltà economiche.

Per questo motivo, sono attivi una serie di bonus che permettono di ottenere un aiuto economico, utile da affrontare questi tempi duri.

Bonus donna da €6000: di cosa si tratta

Il bonus donna 2022 prevede un beneficio di €6000 l’anno indirizzato alle donne lavoratrici. Il bonus consiste in un risparmio del 100% sul pagamento dei contributi.

La cifra più alta che è possibile ottenere con tale beneficio è di 6.000 euro. Tuttavia, esistono diversi scaglioni, che variano in base ai requisiti delle lavoratrici.

È possibile utilizzare il bonus sia per le lavoratrici che hanno un contratto a tempo determinato che per coloro che hanno un contratto a tempo indeterminato. Inoltre, il bonus può essere richiesto anche da chi ha ricevuto una semplice proroga del contratto a tempo determinato.

Infine, il beneficio introdotto dal Governo coinvolge anche le lavoratrici assunte con contratto part-time.

Il bonus da €600 ha una durata di 12 mesi per i contratti a tempo determinato, mentre arriva a 18 mesi per quelli a tempo indeterminato. Per effettuare la richiesta, è necessario che sia il datore di lavoro ad inviare l’istanza all’istituto previdenziale.

Uno degli aspetti più interessanti del bonus donna da €6000, riguarda il fatto che non impedisce di ricevere altre tipologie di bonus o aiuti proposti dal Governo.

Come chiedere il beneficio all’INPS

Come spesso accade anche il bonus donna da €6000 è erogato dall’Istituto previdenziale.

Dal momento che tale beneficio rappresenta uno sconto del 100% sui versamenti contributivi, è compito del datore di lavoro effettuare la richiesta accedendo al sito dell’Istituto previdenziale. L’accesso dovrà essere effettuato utilizzando le proprie credenziali (quelle del datore di lavoro) e andando al cassetto previdenziale e utilizzando il modulo 92-2012.

Uno degli scopi del beneficio, è quello di favorire l’occupazione femminile che in Italia è ancora molto bassa. I dati sono allarmanti soprattutto in seguito agli effetti negativi della pandemia.

Ogni anno migliaia di donne rinunciano alla loro carriera lavorativa per assistere famiglia e figli. Il problema è che, nella maggior parte dei casi, si tratta di una scelta obbligata dettata dalle incompatibilità del mondo del lavoro rispetto alle esigenze familiari.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nel 2022, stiamo assistendo ancora ad un forte divario tra l’occupazione maschile e quella femminile, senza dimenticare che anche gli stipendi sono ancora molto lontani tra loro. Di fatto, a parità di mansioni, competenze, esperienza e responsabilità le donne percepiscono uno stipendio più basso rispetto ai loro colleghi di sesso maschile.