Ottime notizie per i lavoratori: ci sarà un aumento da 200 a 280 euro al mese

Per alcune categorie di lavoratori, da luglio fino a dicembre, potrebbe registrarsi un aumento da 80 a 200 euro al mese, grazie al Decreto Governo Draghi.

La situazione economica italiana è estremamente difficile. Tra l’inflazione, il caro bollette, la crisi occupazionale e la ripresa post-covid il potere d’acquisto dei salari e delle pensioni degli italiani è crollato vertiginosamente.

Decreto Governo Draghi

Per dare un sostegno economico a milioni di famiglie in difficoltà, tra luglio e dicembre 2022, un’ampia platea di lavoratori dovrebbe ricevere un aumento che parte da un minimo di €80 fino ad arrivare a €200 al mese.

Il nuovo Decreto Governo Draghi ancora non è stato approvato, ma è previsto a giorni.

Decreto Governo Draghi: in arrivo risorse economiche per i lavoratori

In seguito alla crisi economica che ha investito l’Europa e l’Italia, il Governo Draghi avrebbe intenzione di approvare un nuovo decreto entro luglio. Grazie a tale mossa politica, sarebbe possibile aumentare le pensioni e gli stipendi dei lavoratori.

In questo modo, milioni di italiani riuscirebbero a far fronte alle mille difficoltà che si sono accumulate nei primi mesi del 2022.

Le risorse economiche messe in campo serviranno ad offrire un sostegno per affrontare le spese quotidiane, ma soprattutto per far fronte ai rincari dei generi di prima necessità, dell’energia e del carburante.

Il nuovo decreto porterebbe ad un aumento degli stipendi dei lavoratori dipendenti, che coinvolgerebbe la retribuzione da luglio fino a dicembre.

L’incremento avrebbe per effetto del taglio del cuneo fiscale e interesserebbe soprattutto i lavoratori con un reddito annuo lordo inferiore a €35.000.

Il costo totale della manovra ammonta a 10 miliardi di euro.

Secondo alcune stime l’incremento potrebbero essere addirittura pari a 200/280 euro al mese. In che modo sarebbe possibile ciò?

Facciamo chiarezza sull’aumento degli stipendi tra 200 e €280

Da quando si è saputo che il Governo intende diminuire il cuneo fiscale, per permettere agli italiani di avere un netto più alto in busta paga, c’è chi ha ipotizzato che gli aumenti potrebbero arrivare a 200/280 euro al mese.

Si tratta di cifre importanti che, però, non sono impossibili da raggiungere considerando che, oltre al taglio del cuneo fiscale, occorrerà inserire anche il nuovo bonus €200 una tantum, previsto nel mese di luglio.

Anche questo bonus è erogato in favore dei lavoratori che hanno un reddito annuo lordo inferiore a €35.000. Pertanto grazie alla erogazione del bonus una tantum da €200, lo stipendio potrebbe certamente aumentare della suddetta cifra alla quale andrà aggiunto anche il taglio del cuneo fiscale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base