Frutta e verdura, prezzi alle stelle: i rincari che fanno male alla tasca e alla salute

I rincari hanno caratterizzato tutti i settori, infatti, anche i prezzi di frutta e verdura sono saliti alle stelle. Ma c’è un trucco per risparmiare.

Una dieta sana e bilanciata prevede 5 dosi di frutta e verdura giornaliere. Ma con i prezzi che sono saliti alle stelle è diventato davvero difficile avere un’alimentazione genuina e sana. Come fare ad ovviare al problema?

Frutta e verdura
Adobe stock

Oggi parleremo di un trucco semplice che permette di risparmiare qualche decina di euro sulla spesa di frutta e verdura. Così facendo, sarà possibile introdurre le giuste quantità di vitamine, fibre e sali minerali nel nostro organismo. Evitando malattie metaboliche o altre patologie causate abitudini alimentari sbagliate.

Frutta e verdura, prezzi alle stelle: un trucco semplice per risparmiare

I rincari causati dalla crisi economica ed energetica stanno coinvolgendo tutti i settori alimentari. Ormai è diventato impossibile comprare frutta e verdura a prezzi modici.

Ma non si può rinunciare a questi alimenti che fanno bene alla salute e rappresentano il perfetto apporto di nutrienti, vitamine, fibre e sali minerali.

Soprattutto in estate, mangiare tanta frutta e verdura aiuta a reidratare il corpo. Inoltre, durante la stagione estiva la natura ci regala i frutti più squisiti. Come si può rinunciare all’anguria, alle ciliegie, alle pesche, alle albicocche?

Ma con i prezzi che continuano a salire, sono in tanti ad aver ridotto le quantità di frutta e verdura acquistate.

Tuttavia esistono dei semplici accorgimenti che permettono di portare sulla tavola dei cibi sani e nutrienti, risparmiando diverse decine di euro.

Come fare per risparmiare

Per risparmiare sui prezzi di frutta e verdura è necessario imparare a leggere le etichette. In questo modo, il consumatore può assicurarsi che il prodotto sia fresco.

Un’altra strategia utile può essere quella di comprare poca frutta e verdura, ma spesso.

In questo modo, si evita uno dei maggiori problemi che caratterizzano il periodo estivo e non solo: lo spreco alimentare. Durante la stagione calda, questo fenomeno è incrementato dalla veloce maturazione di frutta e verdura. Così facendo si riduce lo spreco di denaro, ma soprattutto si evitano gli scarti alimentari che ogni anno raggiungono cifre da record.

Attenzione alla conservazione degli alimenti

Prima di acquistare le verdure al mercato o al supermercato è bene controllare il livello di maturazione. Un buon consiglio può essere quello di evitare la frutta troppo acerba, ma anche quella troppo matura non dovrebbe essere acquistata. Lo stesso discorso vale anche per la verdura.

Inoltre, è opportuno provvedere ad una conservazione distanziata. Ciò significa che quando si ripone la frutta e la verdura in frigo è bene evitare di sovrapporla. Questa brutta abitudine, infatti, può accelerare i tempi di maturazione del cibo, producendo ammaccature e marciume.

In ogni caso, è bene informarsi su quali sono gli alimenti che non devono essere accostati perché l’uno incide sulla maturazione dell’altro. A tal proposito, basta cercare in rete, dove esistono diverse tabelle in cui viene chiaramente spiegato quali sono i frutti e le verdure che non vanno riposta insieme, per evitare che l’una provochi un’accelerazione nella decomposizione dell’altra.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base