“Parlare in corsivo” è il trend del momento, ma cosa vuol dire? Catapultiamoci nel nuovo fenomeno

La nuova moda dei giovani impone di parlare in corsivo. Direttamente da TikTok un nuovo fenomeno che cercheremo di spiegare.

L’hashtag “parlare in corsivo” spopola sul social e diventa virale tra i giovani. Via ad una nuova – strana – moda incomprensibile ai più.

parlare in corsivo
Adobe Stock

Ogni generazione sente l’esigenza di distinguersi, di innovarsi rispetto al passato e di creare qualcosa di proprio che possa essere il segno distintivo della propria epoca. Tutti noi ci siamo passati, ognuno di noi ha vissuto quel periodo in cui nasceva forte da dentro la necessità di distinguere noi (i giovani) da loro (gli anziani – tutti gli over 25). Così sono nate mode, ritmi musicali, slogan e, oggi, hashtag. La diffusione delle usanze è – grazie alla tecnologia – molto più veloce rispetto a venti anni fa e coinvolge un maggior numero di persone. Giunge lontano, anche oltreoceano, omogenizzando una generazione che sta scoprendo sé stessa in un contesto non semplice. In Italia, il fenomeno dell’estate 2022 è il parlare in corsivo e sta spopolando da diverse settimane.

I giovani e il parlare in corsivo, di cosa si tratta

Chi si avvicina per la prima volta al nuovo fenomeno nato su TikTok potrebbe pensare che si tratti di un ritorno al passato, all’eleganza e ad uno stile rinomato. Il corsivo, in fondo, è la scrittura più raffinata, utilizzata per scrivere in bella, così ridondante e ricca di tratti delicati. Ma qui non si tratta – purtroppo, di scrittura ma di linguaggio. Già la definizione “parlare in corsivo” qualche dubbio dovrebbe far nascere. Come si fa a parlare con uno stile usato per scrivere? In effetti un collegamento è inesistente. Parlare in corsivo è la terminologia coniata per scherzare sulla cadenza meneghina che è simile ad una cantilena.

“Amio” per amore è il simbolo di questo fenomeno dilagante ma per imparare perfettamente il gergo è necessario seguire delle lezioni sul web. No, non è una battuta. Youtube offre video di giovani che spiegano la moda del momento prendendo spunto dall’ideatrice Elisa Esposito, professoressa di corsivo. Il passo dai social alla televisione è stato molto breve considerando i numerosi proseliti.

Fenomeno (da baraccone?) impazza, quanto durerà

Ad essere coinvolte maggiormente dal nuovo fenomeno sono le ragazze. Il desiderio di identificazione e diversificazione della propria generazione, quella dei giovani, da chi non riesce a capire le mode del momento spinge tante adolescenti a seguire l’hashtag “parlare in corsivo”. L’esigenza è comprensibile, il linguaggio identitario permette quella distinzione tanto desiderata che fa sentire grandi, indipendenti, autonomi e impedisce ai genitori considerati “impiccioni” di entrare nel proprio mondo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In conclusione, per quanto il linguaggio scelto sia brutto e anche fastidioso da sentire, è giusto che i ragazzi di oggi vogliano trovare il proprio posto nel mondo. Certo di modi per farlo in maniera più “carina” e senza indispettire chi il meneghino lo parla seriamente ce ne sarebbero sicuramente, ma non dimentichiamo i nostri comportamenti da adolescenti e, tirando un bel respiro, sorridiamo alle novità dell’estate 2022 per non sembrare vecchi brontoloni.