Immunità Covid, presto potremo quantificarla con un metodo molto semplice (ed economico)

Un test per calcolare l’immunità al Covid 19, siamo vicini ad una svolta che permetterà di combattere i contagi più efficacemente.

Un’analisi del sangue economica e veloce per quantizzare l’immunità al Covid e riuscire a mettere in atto strategie efficienti per i casi più vulnerabili.

immunità Covid 19
Adobe Stock

I contagi da Covid 19 continuano ad avanzare nonostante le vaccinazioni. Le varianti sono più “leggere” e questo ha permesso di diminuire le restrizioni e l’attenzione alle precauzioni ma ciò non significa che si è raggiunti un punto in cui il virus è innocuo. Soggetti fragili e vulnerabili sono ancora a rischio di serie conseguenze e la loro tutela è fondamentale. Ci sono persone predisposte che hanno preso il Covid già più di una se non due volte e persone che con il vaccino sono riuscite a debellare il pericolo di essere contagiate. La variabilità del virus, delle dinamiche di attacco e degli effetti complica le ricerche relative ad una definizione univoca del Covid. Sembra che ogni individuo reagisca in modo diverso, che il virus complichi situazioni infiammatorie già latenti e risulti particolarmente insidioso in alcuni soggetti, meno in altri. Sarebbe utile conoscere la propria immunità al Covid e, per fortuna, presto sarà possibile con una semplice ed economica analisi del sangue.

Immunità Covid 19, la fruttuosa ricerca

Ricercatori dell’ospedale Mount Sinai di New York hanno sviluppato un test capace di misurare l’immunità al Covid 19. Si tratta di un’analisi del sangue dal costo contenuto i cui risultati sono disponibili entro le 24 ore. Obiettivo del test è monitorare l’efficacia dei vaccini e, in generale, la risposta immunitaria della popolazione.

La ricerca – qui si possono leggere i risultati – permette di raggiungere risposte più specifiche e aggiuntive rispetto a quelle fornite dagli attuali test sierologici utilizzati per cercare l’immunità al Sars CoV2. Questi non quantificano gli anticorpi ma ne appurano semplicemente la presenza o l’assenza. Con il nuovo test, invece, si riusciranno a misurare le cellule T che uniti agli anticorpi scatenano la risposta immunitaria contro il Covid.

Qual è l’importanza dei risultati?

Grazie al test formulato dal team di ricercatori statunitensi si potrà capire la reale capacità immunitaria delle persone e concentrarsi sui soggetti più fragili e vulnerabili che non riescono a produrre anticorpi. La ricerca si è concentrata su due tipi di test, qTACT e dqTACT. Il primo estrae l’RNA dal campione di sangue per procedere con l’analisi e ricercare le cellule T. Il secondo analizza direttamente il campione di sangue ed è quello che si è rivelato più economico, rapido e preciso. Il test dqTACTha già ricevuto la certificazione europea CE per i dispositivi medico-diagnostici in vitro. Si attende l’approvazione dalla FDA degli USA e dell’EMA in Europa per iniziare ad utilizzare attivamente il test in modo tale da risalire all’immunizzazione della popolazione e alla messa in atto di strategie specifiche per tutelare i soggetti fragili.