Fotovoltaico, il kit low-cost conquista la rete: dove acquistarlo

Meno di 70 euro e un’autonomia di oltre 40 ore. Il kit per il fotovoltaico domestico spopola su internet. Scopriamo se conviene davvero.

 

Obiettivo autonomia. E l’autosufficienza totale passa innanzitutto dal risparmio energetico. Il diktat del Governo, su indicazione dell’Europa, è ormai orientato alla sostenibilità.

Kit fotovoltaico
Foto © AdobeStock

Un obiettivo da perseguire nonostante tutto. O meglio, nonostante la crisi ancora in atto. Perché il rincaro delle utenze è ancora argomento attualissimo e, in prospettiva, qualcosa con cui fare i conti ancora a lungo. Il problema è che, al momento, l’ondata di rincari ha logorato la resistenza delle finanze dei cittadini e messo in crisi praticamente tutte le categorie di contribuenti. Anche per questo lo Stato italiano ha cercato di imprimere una svolta in direzione dell’autosufficienza energetica, così da attutire il colpo nel caso in cui le relazioni con la Russia raggiungessero livelli tali da ridurre l’apporto proveniente da Mosca. In realtà, il nostro Paese disporrebbe di canali alternativi. E, fatti i debiti conti, la rilevanza delle forniture russe è tutto sommato relativa.

Certo è che una svolta in direzione dell’energia pulita gioverebbe non poco, sia in termini di risparmio che di autoconsumo. Uno degli obiettivi, infatti, è far sì che tanto le abitazioni private quanto gli uffici pubblici, siano dotati di impianto in grado di garantire un equilibrio fra energia consumata e spesa per sostenerne il costo. Abbiamo visto come il Governo abbia cercato di incentivare le spese dei cittadini in direzione dei dispositivi sostenibili. Un primo passo è stato fatto nel campo dell’automotive, ma raggiungere un equilibrio in questo campo, visti i costi, è piuttosto complicato. Più semplice, forse, riuscire a combinare eolico e fotovoltaico, applicando i dispositivi anche nel domestico.

Fotovoltaico, il kit arriva da internet: vediamo se conviene

Le agevolazioni non mancano quindi. Specie da quando il Governo ha deciso di incorporare l’installazione di fotovoltaico e mini-eolico nell’ambito della manutenzione ordinaria. Il futuro parla quindi la lingua delle rinnovabili ma è chiaro che un incentivo andrà fornito. Perché l’autoconsumo sarebbe una buona soluzione ma gli inconvenienti legati ai costi non mancano, specie per quel che riguarda pannelli e dispositivi vari, che richiedono sia una buona esposizione che il favore delle condizioni atmosferiche. Anche per questo i consumatori hanno iniziato a sbirciare su internet, alla ricerca di occasioni che possano consentire almeno inizialmente l’approccio al mercato delle rinnovabili. Fra le tante chance, una sembra particolarmente interessante. O quantomeno questo pensano i consumatori, visto il successo.

Si tratta di un kit fotovoltaico, reperibile su internet e vero e proprio dispositivo del momento. Anche per i costi chiaramente: meno di 70 euro in rete. Ma che sia un affare oppure no, è tutto da definire. Il kit si compone di un pannello solare di piccole dimensioni, da 18 W e posizionabile, viste queste caratteristiche, praticamente ovunque. La batteria è ad accumulo integrata e nella confezione vengono incluse tre lampadine e un cavo di ricarica USB. La capacità è di 26 mila mAh/84 Wh e, quando carico, alimenterà la luce a led installata sul corpo centrale. L’autonomia è garantita per circa 40 ore, con batteria al litio 26Ah. A occhio niente male. Certo, l’unica soluzione per capire se sia davvero efficiente è quella di comprarlo. E, vista la cifra, il gioco potrebbe valere la candela. A proposito di luce…