La rivoluzione del bucato è in atto: arriva il sistema Wash Pass di Haier

Arriva Wash Pass di Haier: un sistema innovativo pay-per-wash, che debutterà a breve sul mercato rappresentando la rivoluzione del bucato.

Il nuovo modo innovativo di fare il bucato non è un prodotto, bensì un servizio che viene offerto dagli operatori telefonici. Il servizio in questione è fornito tramite gli abbonamenti che vengono sottoscritti quando si acquista un dispositivo del genere, che prevede il pagamento della SIM mensilmente.

La rivoluzione del bucato

Il sistema Wash Pass di Haier è incluso nella quota mensile ed è un servizio che fa il bucato.

Si tratta di una vera e propria novità, di cui si sente parlare per la prima volta. Attualmente il servizio è in fase di test e partirà ad ottobre.

La rivoluzione del bucato: cosa dobbiamo attenderci dal futuro

In una società sempre più frenetica ci sono diverse mansioni domestiche che sottraggono tempo a cose più importanti. Per questo motivo ci si sta orientando verso una maggiore indipendenza dalle faccende domestiche.

In molti casi, ci si affida a persone retribuite che si occupano delle pulizie domestiche, tuttavia si tratta di un settore lavorativo in crisi che nella maggior parte dei casi coinvolge gli immigrati.

Per questo motivo, ci si sta orientando verso un concetto di cura della casa che fa sempre più affidamento sulle nuove tecnologie.

È questo il caso della rivoluzione del bucato, che prevede la possibilità di lavare i vestiti utilizzando un dispositivo piuttosto comune, come lo smartphone.

Il servizio in questione si chiama WashPass ed è stato annunciato dalla Haier. Si tratta di un’autentica novità nel mondo del mercato consumer.

Stiamo parlando di un abbonamento che viene pagato mensilmente e prevede l’utilizzo di una lavatrice con il metodo pay-per-wash che è mutato in pay-per-use.

Si tratta di una nuova tecnologia programmata dall’azienda Haier, che detiene anche l’asset dell’ex gruppo Candy. Dall’unione del know-how delle due azienda è stato possibile creare il servizio Wash Pass, che utilizza cartucce speciali per pulire il bucato.

La macchina di Haier è connessa alla rete e può essere utilizzata da remoto, tramite lo smartphone. Tuttavia si tratta di un dispositivo intelligente, che è in grado in autonomia di sapere ciò di cui ha bisogno.

Arriva una super lavatrice: ecco di cosa si tratta

E dunque in arrivo una super lavatrice che non utilizza i detergenti che si trovano normalmente al supermercato, ma un concentrato di componenti chimici di base. La spiegazione è stata fornita da Giampiero Morbelli, l’head of grants e IOT HAIER Europe.

Insomma, non si tratta di una normale lavatrice come quelle che è possibile trovare nei negozi di elettrodomestici.

La macchina della Haier, infatti, è un modello costruito ad hoc ed è progettata per scegliere autonomamente gli ingredienti che servono per igienizzare e pulire il bucato. Questa macchina favorisce il risparmio dell’utilizzo dei prodotti per il lavaggio degli indumenti, riuscendo a comprendere quali sono le quantità giuste in base al bucato.

Infatti, la super lavatrice della Haier è dotato di un sistema di computer vision, in grado di trasmettere le informazioni suggerire qual è il programma ideale da utilizzare.

Attualmente il modello è ancora in fase di test e il lancio sul mercato è previsto per ottobre 2022.

Stando ai primi dati raccolti dai test effettuati, la macchina della Haier garantisce un’efficienza superiore del 70% rispetto ad una comune lavatrice. Inoltre, altro aspetto fondamentale, riguarda il risparmio in termini di eco sostenibilità che deriva dalla capacità della macchina di utilizzare le componenti chimiche necessarie in base alla tipologia di bucato.

Una lavatrice autonoma: fa tutto da sola, compresa la manutenzione

La lavatrice della Haier è un elettrodomestico totalmente autonomo che produce un vantaggio che riguarda l’efficienza del lavaggio.

Inoltre, essendo un macchinario sempre connesso è in grado di ordinare in automatico le cartucce del detergente e di chiamare il tecnico, nel caso in cui ci fosse bisogno di manutenzione.

Il costo dell’abbonamento prevede una quota fissa chi andrà da 80 a 100 euro all’anno. Inoltre, sarà previsto un fee mensile in base ai lavaggi e prevenderà il pagamento di una quota che può andare da 10 a 20 euro.

Il macchinario di per sé può essere comparato ad una lavatrice di fascia medio alta con carico di 10 kg. Tuttavia, il servizio è caratterizzato da prestazioni superiori e una maggiore attenzione nei confronti dell’ambiente.