Vacanze, attenzione! Multa e sequestro dei soldi se partite senza questo documento

Attenzione, minimo 200 euro di multa e sequestro del denaro per chi va in vacanza senza presentare questo documento. Ecco di cosa si tratta.

Brutte notizie per molti che se non presentano questo modulo prima di partire rischiano di dover pagare minimo 200 euro di multa e il sequestro del denaro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

730 precompilato detrazione
Foto © AdobeStock

I soldi non sono sinonimo di felicità, ma si rivelano molto utili nelle più svariate circostanze. A partire dalla spesa settimanale, passando per le bollette, fino ad arrivare alle piccole esigenze quotidiane, in effetti, sono tante le volte in cui dobbiamo mettere mano al portafoglio. Data la sua importanza, quindi, è sempre bene prestare particolare attenzione al denaro e soprattutto a non perderlo inutilmente.

A tal proposito, ad esempio, interesserà sapere che giungono brutte notizie per molti che se non presentano questo modulo prima di partire o trasferirsi rischiano di dover pagare minimo 200 euro di multa. Ma non solo, anche il sequestro del denaro. Ma come è possibile e soprattutto chi rischia? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Multa di minimo 200 euro e sequestro del denaro per chi va in vacanza senza questo modulo: cosa c’è da sapere

L’estate è alle porte e con essa giunge inevitabilmente la voglia di staccare la spina dai vari impegni della vita quotidiana per trascorrere alcuni giorni all’insegna del relax. A tal proposito abbiamo già visto assieme come grazie ad alcuni semplici trucchi sia possibile andare in vacanza ad agosto senza spendere cifre da capogiro.

Sempre in tale ambito, inoltre, si invitano coloro che desiderano trascorrere le vacanze all’estero a prestare attenzione alla quantità di denaro contante da portare con sé. Se è pur vero che ognuno di noi può portare tutto il denaro di cui si necessita, dall’altro canto è sempre bene ricordare che quando si viaggia la Guardia di finanza locale o la polizia di frontiera estera potrebbe fermarci e chiedere spiegazioni in merito.

Onde evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti, pertanto, è bene ricordare che chi desidera andare in vacanza o trasferirsi all’estero può portare fino ad euro 9.999 euro. Superata tale soglia, quindi per importi superiori a 10 mila euro, si deve provvedere a presentare apposita dichiarazione all’Agenzia delle Dogane.

Tale documento, così come si evince dal Decreto Legislativo numero 195 del 19 novembre 2008 può essere:

  • “trasmessa telematicamente, prima dell’attraversamento della frontiera, secondo le modalità e le specifiche pubblicate nel sito dell’Agenzia delle dogane. Il dichiarante deve recare al seguito copia della dichiarazione e il numero di registrazione attribuito dal
    sistema telematico doganale;
  • consegnata in forma scritta, al momento del passaggio, presso gli uffici doganali di confine o limitrofi, che ne rilasciano copia con attestazione del ricevimento da parte dell’ufficio. Il dichiarante deve recare al seguito copia della dichiarazione con attestazione del ricevimento”.

Multa di minimo 200 euro e sequestro del denaro: occhio al contante quando si viaggia

Nel caso in cui non si rispetti tale obbligo, ecco che si rischia di incorrere in multe e sanzioni particolarmente salate. Sempre in base a quanto si evince dal decreto poc’anzi citato, infatti, in caso di violazione di tali limiti:

“il denaro contante trasferito o che si tenta di trasferire, di importo pari o superiore a 10.000 euro, è sequestrato dall’Agenzia delle dogane o dalla Guardia di finanza, con priorità per banconote e monete aventi corso legale e, nei casi di mancanza o incapienza, per strumenti negoziabili al portatore di facile e pronto realizzo”.

Il sequestro, è bene sapere, viene “eseguito nel limite del quaranta per cento dell’importo in eccedenza“. Il soggetto interessato, comunque, può chiedere di pagare in misura ridotta
pari al 5% del denaro contante eccedente la soglia prevista, con un importo in ogni caso pari a minimo 200 euro.

Occhio quindi a quanti soldi in contante decidete di portare con voi per una vacanza all’estero, in quanto in presenza di importi superiori a 10 mila  euro bisogna provvedere a presentare apposita dichiarazione all’Agenzia delle Dogane. In caso contrario, come già visto, si rischia di incorrere in sanzioni particolarmente pesanti.