Il sogno si chiama Superenalotto: giocatori in Italia da tutta l’Europa

Vincere al Superenalotto è il sogno chiaramente della stragrande maggioranza dei cittadini, se non di tutti, ma non solo.

Il Superenalotto è ormai il gioco più amato dagli italiani su questo non vi è dubbio alcuno. Non fosse altro per l’importo del jackpot che ha ormai superato ogni record prima presente nel nostro paese. Ci troviamo di fronte ad una cifra che ha praticamente stravolto ogni pensiero legato precedentemente alle vincite al Superenalotto e non solo. Una situazione insomma di massimo entusiasmo.

vincita superenalotto
foto adobe

Abbiamo visto nei giorni scorsi quanto sia diventato praticamente impossibile resistere al fascino della giocata al volo per provare ad intercettare la sestina vincente del Superenalotto. Siamo sicuri in un certo senso che a questo punto tutti, ma proprio tutti gli italiani vogliano in qualche modo provare ad utilizzare la propria possibilità e non solo loro. Un jackpot che ha ormai superato i 210 milioni di euro comincia a far gola anche oltre i nostri confini.

Non è un segreto, anzi, che ormai arrivino giocatori anche dall’estero a tentare la fortuna con il “nostro” Superenalotto. Troppo alta la vincita, troppo importante quello che potrebbe succedere per rinunciarci. Certo bisogna pensare che magari pochi tentativi possano in qualche modo offrire una opportunità è vero, ma un giocatore deve pur saper essere ottimista, altrimenti la vera speranza di vincere non lo accompagnerebbe mai e poi mai.

Il sogno è il Superenalotto: ecco come si incassa, nel caso, la vincita del gioco più amato del momento

Una delle domande che raramente ci si pone riguarda il passo successivo all’eventuale vincita. Certo non tutti ci arrivano, anche questo è vero, quindi probabilmente la curiosità non monta ancora in maniera pressante. Parliamo delle varie modalità di riscossione della stessa vincita, un passo che di certo molti hanno sognato di vivere, anzi, si potrebbe dire tutti, ma che in realtà riguarda esclusivamente i vincitori di cifre abbastanza importanti, quindi pochissime persone.

Esistono varie modalità di riscossione legate principalmente all’importo eventualmente da ricevere. In primo luogo possiamo dire che per importi fino a 520 euro, ad esempio esistono due possibilità di ricevere il denaro spettante. In contanti direttamente presso una ricevitoria abilitata o tramite assegno bancario non trasferibile. Anche nel secondo caso il ritiro è possibile presso qualsiasi ricevitoria abilitata. Ovviamente al crescere della cifra da incassare aumenta anche la tipologia di consegna, il gioco insomma inizia a farsi man mano più serio.

Per cifre comprese tra i 520 ed i 5200 euro infatti è necessario utilizzare come punto di riferimento non più una ricevitoria abilitata ma una vera e propria banca. Secondo ol Decreto Legislativo n. 231 del 21 novembre 2007 non è possibile ritirare somme sopra i 5000 euro in contanti. che non permette di ritirare in contanti delle somme superiori a 5.000 euro in caso di vincita. Una vincita ad esempio di 2000 euro avrebbe consentito quindi in teoria il ritiro in contanti nonostante la legge blocchi certi pagamenti fino a 2000 euro, i dubbi insomma restano più che mai. La modalità in questo caso quindi sono :

  • ricevere un assegno bancario non trasferibile, sul quale siano riportati nome e cognome del beneficiario;
  • incassare la vincita tramite bonifico bancario.
  • Per cifre invece comprese tra i 5200 ed i 52000 euro servirà chiaramente sempre una banca. Passare in ricevitoria con il biglietto vincente, consegnarlo e comunicare le proprie coordinate bancarie. Il resto è attesa fino a quando insomma non saranno accreditati i soldi sul vostro conto corrente.

Altro importante scaglione di vincite è quello che riguarda le cifre comprese tra i 5.200 euro ed i 52.000 euro. Questo tipo di incasso potrà essere effettuato unicamente tramite una banca, attraverso un bonifico bancario. Sarà necessario prenotare il pagamento in uno dei tanti punti vendita abilitati. Ma, molto pragmaticamente, cosa bisogna fare? Sarà necessario recarsi presso alcune specifiche sedi Superenalotto, presentare la ricevuta della vincita, che deve essere sempre integra ed originale, dare le proprie coordinate bancarie ed aspettare che i soldi arrivino direttamente sul conto corrente. Le sedi in questione sono le seguenti:

  • Via A. Tocqueville 13 – 20154 Milano;
  • Viale Sacco e Vanzetti, 89 – 00155 – Roma.

Ovviamente esiste anche un limite entro il quale presentare richiesta di riscossione. Per le vincite sopra i 52mila euro è possibile recarsi in ricevitoria o presso uno sportello bancario entro 60 giorni dal giorno dell’estrazione. Sopra i 52mila euro invece la richiesta dovrà essere effettuata entro 90 giorni da quello successivo alla premiazione. Inoltre è giusto ricordare che ogni vincita è sottoposta ad una commissione che varia a seconda dello stesso importo conquistato.

Le commissioni in questione sono di fatto le seguenti:

  • nessuna commissione per vincite di importo inferiore o uguale a 100 euro
  • 1,03 euro per vincite di importo compreso tra 100,01 e 300 euro
  • 3,10 euro per vincite di importo compreso tra 300,01 e 1.000 euro
  • 6,20 euro per vincite di importo compreso tra 1.000,01 e 5.200 euro
  • per vincite fino a 52.000 euro si applica una commissione di 5,16 euro per le prenotazioni del bonifico nei Punti Pagamento Premi.

Tutti vogliono vincere insomma, e da oggi, tutti o quasi sanno anche come poter riscuotere eventualmente il tanto sognato jackpot vincente.