Concorso Rai, super-stipendio ai diplomati: occasione ghiotta

Porte aperte in Rai per 85 posti da Tecnico della Produzione. Limite di età a 29 anni e diploma quinquennale i requisiti: chi può fare domanda.

 

Ottantacinque nuovi posti di lavoro e la possibilità di entrare in uno dei luoghi più iconici del mondo della comunicazione. Sì, la Rai naturalmente. Una discreta occasione se si pensa che le porte saranno aperti anche ai diplomati.

Concorso Rai diplomati
Foto © AdobeStock

La selezione si articolerà in due distinte fasi ma solo la seconda varrà per la formazione delle graduatorie. Per quanto riguarda il posto, si tratta di un impiego nelle sedi Rai delle maggiori città italiane. La domanda dovrà essere inoltrata esclusivamente per mezzo telematico, entro e non oltre le ore 12 del 16 giugno 2022 tramite la piattaforma dedicata della Rai. Come detto, si tratta di una selezione che coinvolgerà le maggiori città italiane, soprattutto Roma (dove saranno destinati 38 degli 85 posti a disposizione), Milano (15) e Napoli (6). Porte aperte però anche a Torino (4 posti), Firenze (5), Potenza (6), Trento (5), Cagliari e Trieste (2 a testa). Un posto disponibile, rispettivamente, anche ad Ancona e Palermo.

Il profilo ricercato è quello di Tecnico della Produzione. In sostanza, gli assunti dovranno occuparsi di realizzare, installare e manutenere gli impianti e le apparecchiature. Senza contare che, fra le responsabilità, rientreranno anche la realizzazione di prodotti radio televisivi e della messa in onda di questi. Alcune limitazioni riguardanti i profili: età compresa fra 18 e 29 anni e un diploma di scuola media superiore quinquennale. Saranno di fatto gli unici due requisiti ma del tutto obbligatori. E anche il diploma dovrà esser stato ottenuto in determinati ambiti. Nello specifico quello tecnico industriale e tecnologico, professionale in ambito industria e artigianato, manutenzione e assistenza tecnica. Necessario anche il possesso della Patente B.

Concorso in Rai per Tecnici della Produzione: come si articolano le prove

L’occasione per le risorse più giovani è decisamente importante. Le fasi selettive saranno due: si comincerà con un test scritto a risposta multipla, incentrato sulle conoscenze specifiche richieste dal ruolo ma anche su cultura generale, lingua inglese e attitudini. Sarà poi la volta della seconda prova, che si svolgerà tramite colloquio tecnico, seguito da un altro di tipo conoscitivo-motivazionale. L’assunzione è prevista con una retribuzione annua lorda pari a 23.300 euro per 36 mesi, alla scadenza dei quali scatterà una cifra lorda minima di 26.400 euro. Sul sito Rai, chiaramente, è presente il bando relativo con tutte le informazioni essenziali, inclusi i tempi e le modalità di presentazione della domanda. La quale, ricordiamo, dovrà avvenire obbligatoriamente per via telematica.

Come detto, un’occasione ghiotta. La Rai chiama 85 diplomati per un ruolo che richiede si conoscenze specifiche ma che prevede anche la possibilità di crescita professionale all’interno dell’azienda. Del resto, provvedere alla manutenzione degli impianti ma avere anche la possibilità di partecipare alla realizzazione di prodotti è decisamente un’opportunità, specie se si parla di lavoratori giovani. Lavorare in Rai, al netto di tutto, è comunque un’occasione da non perdere.