Alle Poste forse c’è una sorpresa inaspettata per noi: come fare per scoprirlo

Stiamo parlando del prodotto per eccellenza targato Poste Italiane. Una dinamica che accompagna gli italiani da decenni.

Si diceva, uno dei prodotti di maggior successo targati Poste Italiane, gli italiani tutti o quasi hanno avuto almeno una volta nella vita familiarità con questa tipologia di prodotto. Oggi una novità che forse non tutti conoscevano, qualcosa di molto pratico che può aiutarci a scoprire cose che ci riguardano che magari ignoravamo, non facevano parte di ciò che in qualche modo nel bene o nel male ci preoccupa.

sorpresaposte conti
foto adobe

Il buono fruttifero rappresenta senza dubbio il prodotto di maggior successo in assoluto, parliamo di un titolo di fatto emesso dallo stato, gestito dalla Cassa depositi e prestiti che fa riferimento direttamente al ministero competente. Un prodotto sicuro che negli anni ha offerto non poche soddisfazioni ai cittadini italiani. Cosi come sappiamo il buono al giorno d’oggi può essere emesso sia nella versione cartacea che in quella assolutamente dematerializzata, di fatto virtuale.

Nessun costo d’acquisto ne di gestione, si parla di un titolo che negli anni matura interessi e che rappresenta la perfetta formula salvadanaio per qualsiasi tipo di cittadino. Una soluzione adatta insomma a qualsiasi tipo di esigenza e possibilità. Tassazione agevolata al 12,50% e assenza di imposta di successione. Il buono a esempio a 25 anni rappresenta oggi la massima convenienza con un interesso lordo annuo a scadenza pari all’1,50%.

Alle Poste forse una sorpresa per noi: titoli a nostro nome possono essere subito scoperti

Altro punto a favore dei buoni fruttiferi è a possibilità di contestazione del titolo stesso, oggi possibile fino a quattro persone. Possibilità di certo non remota che offre la possibilità di ricevere in caso di successo la propria quota già bella divisa rispetto ad un titolo di fatti conteso. Una serie di irrinunciabili vantaggi e servizi insomma che di certo fanno preferire questo particolare prodotto rispetto a tanti altri in circolazione, oggi cosi come da molti decenni a questa parte.

Tra i servizi che inoltre probabilmente ignoravamo del tutto possiamo addirittura trovare quello che ci mette a conoscenza dell’eventuale presenza di prodotti a nostro nome. Una operazione molto semplice, si potrebbe magari essere titolari di un buono fruttifero non sapendolo, magari chi ha provveduto alla cosa non ha fatto in tempo a rendere ufficiale la cosa, a comunicarlo insomma. Magari dimenticanza di genitori o altro. La cosa insomma può risultare molto probabile ed il servizio più che utile.

Abbiamo letto inoltre in questi giorni di quanto siano probabili proprio nel campo dei buoni fruttiferi delle incredibili truffe gestite proprio dall’interno di Poste Italiane. Clienti lontani, emigrati o anziani, che spesso hanno addirittura dimenticato la presenza del buono che di fatto risultano essere raggirati chiaramente a loro insaputa. Truffatori che clonano i titoli in questione e impiegati compiacenti che provvedono a liquidare il tutto partecipando poi alla spartizione del bottino. Una vicenda che ha fatto chiaramente parlare e sulla quale si sono accesi i riflettori dei media. Indagini, arresti, per una storia che di certo fa temere e non poco per ciò che è nostro spesso addirittura a nostra insaputa.

L’inganno, la truffa, è insomma ovunque. Può essere ovunque. Tutelarsi in ogni modo, venire a conoscenza di cosa può essere attaccato, cosa può esserci di nostro che nemmeno conosciamo potrebbe essere qualcosa di assolutamente utile e vantaggioso, estremamente, per noi.