Legge 104, attenzione: c’è chi rischia di perdere più di 500 euro al mese

Legge 104, attenzione, in quanto c’è chi rischia di perdere un’indennità da più di 500 euro al mese. Ma per quale motivo e soprattutto in quali casi? 

I titolari di Legge 104 possono beneficiare di diverse agevolazioni e particolari forme di tutele, oltre che del riconoscimento di alcuni aiuti economici. Allo stesso tempo è bene non abbassare la guardia, in quanto c’è chi rischia di perdere più di 500 euro al mese. Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Legge 104 accompagnamento
Foto © AdobeStock

A partire dagli impegni di famiglia fino ad arrivare a quelli di lavoro, sono davvero tante le cose da fare e che richiedono il nostro massimo impegno. Lo sanno bene coloro alle prese con problemi di salute fisica o psichica tali da comportare un processo di svantaggio sociale. Proprio in tale ambito giungono in aiuto delle misure ad hoc.

Tra questi si annoverano quelle previste con la Legge 104, volta a promuovere l’assistenza e l’integrazione sociale dei disabili. Allo stesso tempo è sempre bene prestare la massima attenzione, in quanto in determinati casi c’è chi rischia di perdere più di 500 euro al mese. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Legge 104, c’è chi rischia di perdere più di 500 euro al mese: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come i titolari di Legge 104 possono usufruire di diverse agevolazioni, come ad esempio l’esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA dovuta per il passaggio di proprietà nel caso in cui si decida di acquistare un’auto. Ma non solo, come già detto, possono beneficiare di diverse agevolazioni e particolari forme di tutele, oltre che del riconoscimento di importanti aiuti economici.

Proprio in tale ambito, comunque, si invita a prestare la massima attenzione. Questo in quanto in determinati casi c’è chi rischia di perdere più di 500 euro al mese. Ma come è possibile e soprattutto in quali casi? Ebbene, tra le principali misure a sostegno dei soggetti con disabilità al 100% si annovera senz’ombra di dubbio l’assegno di accompagnamento.

L’importo di quest’ultimo, nel corso del 2022, è pari a 525,17 euro al mese. Un aiuto economico indubbiamente importante per chi necessita di assistenza continua e pertanto deve pagare, ad esempio, una badante. Allo stesso è bene stare attenti, in quanto basta davvero poco per perdere tale misura.

Legge 104, c’è chi rischia di perdere temporaneamente l’assegno di accompagnamento: il motivo

Entrando nei dettagli, infatti, è bene ricordare che la normativa vigente prevede che in caso di ricovero in strutture ospedaliere o convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, per un periodo uguale o superiore a 30 giorni, venga sospeso il pagamento dell’indennità di accompagnamento.

Non sempre, comunque, in caso di ricovero superiore a 30 giorni si rischia la sospensione di tale indennità. Questo, infatti, non avviene nel caso in cui il soggetto interessato si ritrovi a dover fare i conti con delle spese a proprio carico, come compartecipazione.

In quest’ultimo caso, infatti, è possibile presentare all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale apposita documentazione per dimostrare che il ricovero non è risultato a completo carico dello Stato.

Ovviamente, è bene sottolineare, in caso di ricovero non si perde per sempre l’indennità di accompagnamento. La prestazione in questione, infatti, non viene erogata solamente per il periodo in cui il soggetto interessato è ricoverato.