Estate 2022, rincari anche in spiaggia: quanto costerà andare al mare

L’estate 2022 è ormai alle porte e stando alle prime indiscrezioni potrebbero esserci dei rincari in spiaggia per quanto concerne i prezzi di accesso

Lettini ed ombrelloni sono destinati a costare di più. Ecco a quanto dovrebbe ammontare la spesa giornaliera per prendere in affitto lettini ed ombrelloni.

Rincari in spiaggia
Fonte Adobe Stock

Il countdown verso l’estate 2022 è entrato nel vivo e con l’arrivo dei primi caldi la voglia di mare impazza ancor di più. Naturalmente vista la situazione a livello globale, è lecito chiedersi quali saranno i prezzi applicati dai titolari degli stabilimenti balneari.

Quest’anno a differenza degli ultimi anni non ci sono restrizioni per quanto concerne il distanziamento tra gli ombrelloni, però bisogna fare i conti con l’inflazione che sta diventando sempre più preoccupante.

Estate 2022, rincari in spiaggia: tutti i costi nello specifico

In virtù di ciò secondo il Sindacato italiano balneari, i rialzi potrebbero essere di circa il 10%. Ad incidere in tal senso è anche il rincaro dei carburanti, che ha comunque una sua incidenza per gli esercenti.

A tal proposito ecco la spiegazione degli esponenti del Sib: “Se l’inflazione aumenta, aumentano anche i costi di gestione. Molte strutture in questi due anni hanno fatto molteplici investimenti per rispettare le regole anti-covid. Non si può tornare indietro in quanto ciò comporterebbe ulteriori spese per lo smantellamento”.

I sindacati di categorie differenti però non ci stanno. Al loro modo di vedere i prezzi si sarebbero dovuti abbassare visto che non c’è più bisogno del distanziamento. Un particolare che appunto è a completa discrezione dei gestori. Questi ultimi anche per garantire una maggior sicurezza ai propri clienti, potrebbero decidere di continuare a tenere distanziate le postazioni. 

Da non tralasciare la spinosa questione delle concessioni balneari (clicca qui per conoscere i dettagli), che non sta facendo dormire sonni tranquilli a chi ha in concessione uno stabilimento.

Insomma, andare a rilassarsi al mare potrebbe costare di più. D’altronde era anche lecito aspettarselo. Se si registrano aumenti in ogni settore, difficilmente si possono abbassare in un altro che tra le altre cose lavora in una sola fase dell’anno. Siamo appena all’inizio è già le onde tumultuose delle polemiche iniziano a far capolino.