Poste Italiane, “movimento non autorizzato”: rischio altissimo, cosa sta succedendo

Occhio ai messaggi, in quanto in questo modo dei truffatori riescono a svuotare il conto del malcapitato di turno. Ecco cosa sta succedendo.

Attenti a un nuovo tentativo di truffa che sfrutta il nome di Poste Italiane e che rischia di far cadere in molti nella trappola. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

poste italiane truffa svuota conto
Foto © AdobeStock

Spesa settimanale, bollette, istruzione dei figli e attività sportive sono solo alcuni dei costi con cui puntualmente ci ritroviamo a dover fare i conti e che finiscono per avere un impatto non indifferente sulle nostre tasche. Una chiara dimostrazione di come i soldi si rivelino essere particolarmente utili in diverse circostanze. Proprio il denaro, dal suo canto, finisce spesso al centro dell’attenzione di alcuni malintenzionati.

Quest’ultimi cercano di far cadere nella trappola i malcapitati di turno attraverso dei raggiri studiati fin nei minimi particolari. Ne è un chiaro esempio un nuovo tentativo di truffa che sfrutta il nome di Poste Italiane e che viene messo in atto attraverso l’invio di sms il cui mittente sembra essere il noto istituto. Nella realtà dei fatti, però, come è facile intuire, non è così. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Poste Italiane, il messaggio che vi svuota il conto: cosa sta succedendo

Nonostante il difficile periodo storico in cui ci ritroviamo a vivere i truffatori non si fermano mai. Tanti, purtroppo, sono i tentativi di truffa a cui bisogna prestare la massima attenzione, come  ad esempio un tentativo di raggiro che sfrutta il nome dell’Inps e che viene messo in atto attraverso l’invio di finte e-mail il cui mittente sembra essere il noto istituto.

Un modus operandi, quello appena illustrato, che viene utilizzato anche per mettere in atto un altro tentativo di truffa. Quest’ultimo sfrutta invece il nome di un altro noto istituto, ovvero Poste Italiane, con i malfattori che agiscono attraverso l’invio di sms. La truffa viene quindi attuata attraverso l’invio di un finto messaggio che sembra essere inviato da Poste Italiane, attraverso cui l’utente viene informato di un presunto accesso non autorizzato nella propria area privata di Poste Italiane.

“In data odierna è stato rivelato un movimento non autorizzato se non e stato lei Accedi ora […]“, recita il testo del messaggio. Attraverso quest’ultimo, quindi, gli utenti vengono invitati a cliccare su un link e ad inserire i propri dati, compresi quelli inerenti il proprio conto. Peccato che proprio compiendo questa azione si cade nella trappola. Una volta inseriti i propri dati, infatti, i truffatori riescono ad agire indisturbati e a svuotare il conto del malcapitato di turno.

Onde evitare spiacevoli inconvenienti, pertanto, si consiglia sempre di non cliccare su siti sospetti. Ma non solo, come ricorda proprio Poste Italiane sul suo sito: “Attento alle truffe dei falsi operatori di call center di Poste! Poste e PostePay non chiedono mai le tue credenziali di accesso e i codici di sicurezza attraverso link inviati via SMS o al telefono, né di installare APP come strumento per la sicurezza“.

Per poi aggiungere: “Se hai dubbi contattaci a questo indirizzo fornendoci i dettagli della comunicazione sospetta: antiphishing@posteitaliane.it“. Nessun ente o istituto, è bene ricordare, invia mail o sms attraverso cui richiede dati sensibili, come utenza, password o dati finanziari. Nel caso in cui dovessero pervenire simili richieste, allora vuol dire che ci si trova dinnanzi a un tentativo di truffa.