Bolletta elettrica: come risparmiare grazie ad un semplice accorgimento

Risparmiare sulla bolletta elettrica può essere molto più semplice di quanto si possa pensare. Ecco una dritta che può risultare molto utile

La scelta delle lampadine può giocare un ruolo determinante in tal senso. Quali bisogna scegliere per abbassare i consumi energetici.

Bolletta energetica
Fonte Adobe Stock

In una fase critica come questa dove i costi delle bollette hanno raggiunte cifre macroscopiche, ogni escamotage per tentare di tamponare la situazione è decisamente molto utile.

A tal proposito possono essere molto importanti i comportamenti quotidiani come spegnere le luci quando non servono e gli elettrodomestici nel momento in cui non sono in funzione. Per dare una bella spallata al caro bollette però bisogna fare di più e optare per delle soluzioni che nel lungo periodo garantiscano risparmio e qualità nelle prestazioni. 

I vantaggi che offrono i LED per quanto concerne la bolletta elettrica

In questo senso sono decisamente utili le lampadine a LED. La durata di queste apparecchiature va da 50.000 a 100.000 ore a differenze di quelli normali a fluorescenza che non vanno oltre le 6.000 ore. I LED inoltre non sono composti da bulbi in vetro e così si riduce a zero la possibilità di rottura. Per effetto di ciò richiedono minore manutenzione. 

Passando all’aspetto che più interessa in questa sede, ovvero il risparmio le lampadine a LED consumano meno perché consuma solo per produrre la luce e non il calore a differenza di quanto accade con quelle normali.

Un altro importante fattore riguarda la conversione in luce della corrente elettrica. Nelle lampadine classiche la corrente deve attraversare una serie di componenti strutturali mentre con i LED non accade ciò e di conseguenza c’è un consumo minore.

Stando ai dati Eurostat del 2018 è possibile risparmiare circa 10-11 euro all’anno per ogni lampadina al LED che sostituisce una lampadina classica. Quindi in una casa in cui ci sono almeno 12 lampade si possono contenere i costi di circa 130-140 all’anno.

A ciò bisogna aggiungere il basso impatto ambientale visto che non sfruttano sostanze nocive come mercurio e gas. Non emettono raggi ultravioletti che sono pericolosi non solo pericolosi solo l’uomo, bensì anche per gli insetti che ne vengono attratti. Dunque, oltre al risparmio, le lampadine a LED sono delle ottime alleate per la tutela dell’ambiente.