Spesa al supermercato, non accettano più queste monete: attenti alla cassa

Occhio al resto quando fate la spesa al supermercato in quanto è possibile fare i conti con un importante cambiamento che tutti aspettavano. 

Ormai da un bel po’ di tempo è possibile fare i conti con un’importante novità quando andiamo a fare la spesa al supermercato. Ecco di cosa si tratta.

non accettano monete
adobe

Sono davvero tanti i prodotti messi in vendita al supermercato, disponibili in confezioni di varie forme e dimensioni, in grado di attirare la nostra attenzione. A partire dal cibo fino ad arrivare ai prodotti per la pulizia della casa, in effetti, sono molte le cose da dover puntualmente acquistare. Per fare ciò, ovviamente, c’è bisogno del denaro.

Quest’ultimo, come noto, indispensabile al fine di poter fare i vari acquisti. Ebbene, proprio in tale ambito si invita a prestare particolare attenzione al resto quando fate la spesa al supermercato, in quanto ormai da un po’ di tempo è possibile fare i conti con un importante cambiamento che tutti aspettavano. Ma di cosa si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Spesa al supermercato, occhio al resto: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che i supermercati utilizzano alcuni trucchetti per invogliare i propri clienti ad acquistare prodotti di cui in realtà non si ha alcun bisogno. A tal fine, bisogna sempre ricordare, vengono adottate delle strategie ad hoc che ci spingono a spendere, inutilmente, più del previsto.

Proprio soffermandoci su un argomento particolarmente importante come quello del denaro, si invita a prestare attenzione al resto quando fate la spesa al supermercato, in quanto è possibile fare i conti con un importante cambiamento che tutti aspettavano da tempo. Ma di cosa si tratta?

Ebbene, bisogna sapere che, come ricordato dall’Unione Nazionale Consumatori, in base ad una nuova regolamentazione, ormai da un po’ di tempo a questa parte bisogna fare i conti con l’arrotondamento per difetto o per eccesso del resto. Una decisione, quest’ultima, presa dopo la decisione di non coniare più monetine da 1 e 2 centesimi.

Ne consegue, pertanto, che quando facciamo la spesa non ci ritroveremo a dover pagare importi con 1 o 2 centesimi. Vengono effettuati, invece, degli arrotondamenti. In particolare per importi con centesimi in 6 e 7, allora si arrotondano per difetto al cinque. Mentre quelli con 8 e 9 vengono arrotondati per eccesso.

Tali arrotondamenti vengono effettuati in caso di pagamenti in contante. Non sono, invece, necessari in presenza di pagamenti tramite strumenti di pagamento elettronici, in quanto in quest’ultimo caso è possibile effettuare transazioni anche con i centesimi.