Kinder Sorpresa ritirati anche in Italia: quali non consumare per Pasqua

Ferrero ha deciso di estendere il richiamo in Italia di altri prodotti per il rischio di eventuale contaminazione da Salmonella. Ecco quali non consumare per Pasqua.

Ritirati dagli scaffali dei supermercati italiani altri prodotti Kinder. A renderlo noto la stessa Ferrero che ha precisato come nel richiamo non siano coinvolti gli articoli dedicati alla Pasqua. Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

uova kinder
Foto © AdobeStock

Manca ormai poco a Pasqua e soprattutto i bambini non vedono l’ora di poter trascorrere qualche giorno di vacanza e scoprire quali sorprese nascondano le loro uova. Proprio in questo clima di festa non è passata inosservata la notizia degli ultimi ritiri effettuati dall’azienda Ferrero.

La nota azienda dolciaria, infatti, ha di recente ritirato alcuni prodotti per il rischio di un’eventuale contaminazione da salmonella. A tal proposito è bene specificare che, come reso noto dalla stessa azienda, non risultano coinvolti i prodotti dedicati alla Pasqua. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali articoli sono stati, invece, ritirati dagli scaffali.

Kinder Sorpresa ritirati anche in Italia: ecco di quali si tratta

Qualche giorno fa è giunta la notizia del richiamo degli ovetti Kinder Schoko Bons prodotti in uno stabilimento belga. Una situazione che ha portato, ovviamente, ad indigare sulle cause di questa contaminazione.  In seguito la Ferrero, attraverso un apposita nota pubblicata sul suo sito in dato 8 aprile 2022 ha informato di aver ritirato dagli scaffali anche altri prodotti, sempre prodotti nello stabilimento in Belgio.

Entrando ne dettagli “Ferrero ha anche deciso, con effetto immediato, di estendere il richiamo in Italia alle referenze Kinder Sorpresa T6 “Pulcini”, Kinder Sorpresa Maxi 100g “Puffi” e “Miraculous” – e Kinder Schoko-Bons prodotti ad Arlon“. L’azienda ha inoltre deciso di sospendere l’attività produttiva ad Arlon, in Belgio, con la stessa Ferrero che collabora con le Autorità per la sicurezza alimentare in modo tale da capire cosa sia successo e le cause della contaminazione.

Sempre l’azienda dolciaria, inoltre, ha voluto fornire rassicurazione in merito alle uova di Pasqua. In particolare ha sottolineato che “le uova di Pasqua Kinder GranSorpresa sul mercato italiano, in tutti i formati e caratterizzazioni, non sono coinvolte dal richiamo, perché prodotte in Italia ad Alba (CN)“.

Soltanto i prodotti realizzati nello stabilimento di Arlon, in Belgio, sono interessati dal richiamo. Per questo, come già detto, Ferrero ha deciso di sospendere l’attività produttiva ad Arlon fino a quando non verranno conclusi tutti gli accertamenti. Per finire, per ottenere ulteriori informazioni in merito, si invita a consultare la sezione Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori sul sito del Ministero della Salute.

In base a quanto si legge nell’avviso di richiamo dei Kinder Sorpresa Maxi “Puffi” e “Miraculous” e dei Kinder Sorpresa T6 “Pulcini, si ricorda che “Se avete acquistato questo prodotto non consumatelo. Contattate il Servizio Consumatori Ferrero 800 90 96 90“. Per quanto riguarda i lotti di produzione interessati sono “tutti i lotti fino L098L” con termine minimo di conservazione fino a 21/08/2022″.