Influenza suina, occhio al virus: cos’è, i sintomi e come curarsi

Occhio al virus dell’influenza suina! Entriamo nei dettagli per vedere cos’è, i sintomi e soprattutto come curarsi.

Nota dal 2009, l’influenza suina si è trasformata in una malattia endemica, continuando così a circolare ancora oggi.

influenza suina
Foto © AdobeStock

Ormai da due anni a questa parte, purtroppo, ci ritroviamo alle prese con il Covid e l’impatto negativo di quest’ultimo sulle nostre esistenze, sia dal punto di vista economico che sociale. Oltre al Covid, però, vi sono anche altri virus con cui dover fare i conti, come ad esempio quello dell’influenza suina.

Nota dal 2009, l’influenza suina si è trasformata in una malattia endemica e continua ancora oggi a circolare. Ma cos’è, quali sono i sintomi e soprattutto cosa fare per proteggere la propria salute? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Influenza suina, cos’è, i sintomi e come curarsi: tutto quello che c’è da sapere

Gli ultimi due anni sono stati segnati dal Covid e dalle varie misure volte a contrastarne la diffusione. Tra questi, ad esempio, il tanto discusso Green Pass, utilizzato anche per accedere al posto di lavoro. Oltre al Covid, però, vi sono anche altri virus a cui dover prestare attenzione, come ad esempio quello dell’influenza suina. Ma cos’è, quali sono i sintomi e cosa fare per proteggere la propria salute?

Ebbene, come è facilmente intuibile dal nome, il virus dell’influenza suina colpisce in particolar modo i maiali. Raramente viene infettato l’uomo, tuttavia si possono registrare casi di trasmissione, ad esempio in seguito a contatti diretti con animali affetti da questo virus. È da escludere, invece, una possibile trasmissione mangiando carne di maiale o cibi affini.

Per quanto riguarda i sintomi dell’influenza suina, bisogna sapere che sono molti simili a quelli dell’influenza stagionale. Tra questi si annoverano febbre, dolori articolari e stanchezza. Ma non solo, mal di gola, tosse, vomito e diarrea. Proprio come l’influenza stagionale, anche nel caso di quella suina è importante riposare e una corretta idratazione.

In presenza di raffreddore e febbre, inoltre, è possibile optare per dei farmaci da banco, come ad esempio paracetamolo. Nel caso in cui si manifesti con sintomi più gravi, invece, è possibile ricorrere a degli antibiotici. Quest’ultimi, ovviamente, sempre  e solo dietro prescrizione del proprio medico curante.

Le informazioni presenti nell’ articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi.