Caro benzina, occhio al distributore: quale scegliere per risparmiare un bel po’ di soldi

Occhio al distributore di benzina! In questo caso, infatti, è possibile risparmiare un bel po’ di soldi. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Risparmiare sul carburante è possibile, basta prestare attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti e scegliere il distributore giusto. Entriamo nei dettagli e vediamo come fare.

risparmio benzina
Foto © AdobeStock

Alle prese con bollette di luce e gas, ma anche alimentazione, istruzione e tanto altro ancora, sono davvero molte le spese con cui dover fare puntualmente i conti.
A peggiorare la situazione finanziaria di famiglie e imprese, poi, si aggiungono l’impatto del Covid, l’aumento generale dei prezzi e le possibili ripercussioni del conflitto tra Russia e Ucraina.

Un contesto storico particolarmente complicato, con sempre più persone che riscontrano delle serie difficoltà nella gestione del bilancio famigliare. Proprio in tale ambito, pertanto,
interesserà sapere che, scegliendo il distributore giusto, è possibile risparmiare, ad esempio, un bel po’ di soldi sul carburante. Ma come è possibile? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Caro benzina, quale distributore scegliere per risparmiare un bel po’ di soldi: cosa c’è da sapere

Continua a destare particolare preoccupazione l’aumento generale dei prezzi che ha, purtroppo, un impatto negativo sul bilancio di famiglie e aziende che sono pertanto alla costante ricerca di valide soluzioni grazie alle quali poter risparmiare un bel po’ di soldi. Proprio in tale ambito abbiamo già avuto modo di vedere che risparmiare sulla benzina è possibile.

A tal proposito, inoltre, interesserà sapere che vi sono dei distributori di benzina a basso costo che consentono di risparmiare un bel po’ di soldi. Si tratta in pratica delle cosiddette pompe bianche o “no logo”. Come è possibile intuire dal nome, si tratta di distributori di carburante che non sono affiliati alle grandi multinazionali e che per questo motivo possono decidere in autonomia il prezzo di vendita.

In particolare possono applicare delle tariffe più basse della media, permettendo in questo modo agli automobilisti di pagare di meno. Basti pensare che, secondo alcune stime, sembra che permettano di risparmiare in media 10 centesimi al litro. Facendo il pieno, quindi, è possibile risparmiare un bel po’ di soldini.

Caro benzina, gli automobilisti puntano sui distributori “no logo”

A differenza di quanto in molti possano pensare, i prezzi competitivi non sono dovuti ad una scarsa qualità. Anche perché, è bene sottolineare, ci sono delle sanzioni particolarmente pesanti per chi fa il furbo. Il prezzo più basso, invece, è dovuto proprio all’indipendenza dei proprietari dei distributori “no logo”.

Quest’ultimi, come già detto, decidono in autonomia il prezzo. Se poi si aggiunge che non sostengono grossi costi, come ad esempio quelli per la pubblicità dei grandi marchi, ecco che è facile intuire il motivo per cui riescono a proporre prezzi particolarmente vantaggiosi. Un risparmio non affatto indifferente!

Questo soprattutto considerando che il carburante è fondamentale per poter utilizzare il proprio veicolo. Diversi sono i distributori “no logo” o “pompe bianche” presenti sul territorio italiano. Non resta quindi che cercare, anche attraverso una semplice ricerca su internet, il distributore più vicino e iniziare finalmente a risparmiare.